Atletica, Meeting Zagabria: nei 1500 sfida tra i fratelli Ingebrigtsen e Manangoi, Guliyev contro Kerley sui 200

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Oggi a partire dalle ore 18.30 a Zagabria si gareggerà per il Memorial Bruno Hanzekovic ultima gara del circuito IAAF World Challenge.
La sfida probabilmente più avvincente è quella dei 1500 metri, dove ci sarà la sfida tra fratelli, infatti Filip e Henrik Ingebrigtsen ( rispettivamente bronzo mondiale a Londra 2017 e argento europeo sui 5000 m agli Europei di Berlino 2018) sfideranno Elijah e George Manangoi (campione del mondo a livello assoluto sui 1500 m e il vincitore dei titoli mondiali under 18 e under 20). Da non sottavalutare l’etiope Yomif Kejelcha, che stasera correrà dopo aver stabilito il settimo miglior tempo di sempre sui 5000 metri con 12’46″79 a Bruxelles.

Un’altra gara che si preannuncia affascinante è quella dei 200 metri che vedrà sfidarsi i favoriti Ramil Guliyev (l’azero è campione europeo) e l’americano Fred Kerley campione dell’ultima Diamond League sui 400 metri, per una lotta fino all’ultimo respiro. Giovedì scorso a Zurigo l’atleta azero è arrivato secondo solamente dietro all’americano Noah Lyles correndo in 19″98, un tempo decisamente ottimo. Da tenere d’occhio anche il canadese Aaron Brown sceso sotto i 20 secondi ad Oslo nel giugno scorso.

Nei 110 hs il russo Sergej Shubenkov, vincitore della specialità nella Diamond League proverà a scendere ancora sotto i 13 secondi (quest’anno già quattro volte) stimolato dalla concorrenza che vedrà in primis il francese Martinot Lagarde e il cubano naturalizzato spagnolo Orlando Ortega, che sicuramente daranno filo da torcere fino all’ultimo.

Nel salto in lungo l’uomo da battere sarà il sudafricano Luvo Manyonga che se la dovrà vedere principalmente con il connazionale Zark Visser, che ha migliorato il record personale con 8.40 m in questa stagione.

Il vice campione europeo di Berlino, il russo Timor Morgunov, inseguirà il terzo successo consecutivo nel salto con l’asta dopo le vittorie di Zurigo e Berlino; gli altri protagonisti di questa gara saranno il  brasiliano campione olimpico di Rio Thiago Braz Da Silva e l’americano Shawnacy Barber campione del mondo a Pechino nel 2015.

Il giamaicano France Dacres fresco vincitore della Diamond League, sarà il favorito nel lancio del disco; per lui quest’anno il miglior lancio è stato il 69,67 m nella vittoria del Meeting di Stoccolma. I suoi principali avversari saranno il connazionale Travis Smickle e l’americano Mason Finley, bronzo nell’ultimo mondiale.

Negli 800 metri torna a gareggiare il Nijel Amos dopo la vittoria ai Campionati africani; il botswano affronterà il polacco Marcin Lewandowski, lo statunitense Clayton Murphy e il keniano Jonathan Kitilit.

  •   
  •  
  •  
  •