Antonio La Torre replica alle accuse di doping nei confronti di Jacobs: “Credo ci sia un pochino di fastidio…”

Pubblicato il autore: Andrea Rao Segui

Antonio La Torre

Antonio La Torre, ct di Marcell Jacobs, replica alle pesanti accuse che nei giorni scorsi sono state mosse dai media americani. Secondo il suo punto di vista, il record olimpico dell’azzurro dà fastidio. Nel corso dell’intervista non ha omesso di elogiare il velocista che, nonostante la pandemia da Covid19, ha lavorato bene conseguendo un successo storico.

Antonio La Torre: “Basta con certe storie!”

L’allenatore del neo campione olimpico ha così replicato alle pesanti accuse rivolte a Marcell Jacobs. Dichiarazioni riportate da Sportmediaset: “Lo voglio ribadire una volta per tutte: non sta scritto da nessuna parte che il vincitore dei 100 metri delle Olimpiadi debba essere per forza americano o inglese. Basta con certe storie. Vi ricordo che ai Mondiali di Parigi 2003 vinse Collins, uno che veniva da quattro sassi in mezzo all’oceano, St Kitts and Nevis. Agli americani potrei citare Coleman ma le risse da bar non mi piacciono”, afferma con enfasi. E poi ha aggiunto: “Credo ci sia un pochino di fastidio, non so se il termine giusto e’ rosicare. C’e’ tanta partecipazione a questa gara, è quella che affascina di più. A volte bisogna solo avere la pazienza che i talenti maturino”.

“Marcell ha lavorato bene”

Il prof La Torre ha elogiato l’atleta dicendo: “ha lavorato benissimo in questo anno e mezzo nonostante la pandemia, e i segnali si sono visti da questo inverno. Ha vinto il titolo europeo a Torun, in Polonia, in 6″47 sui 60 metri, miglior prestazione mondiale dell’anno e nelle dieci all time. Dopo c’è stato il 9″95 a Savona seguito da un risentimento muscolare che gli ha impedito di partecipare al Golden Gala. La strategia nostra, condivisa, era di dare il massimo alle Olimpiadi. Bisogna fare bene il mestiere di giornalisti. Se avesse le ginocchia un po’ meno fragili oggi probabilmente avremmo celebrato Jacobs campione olimpico di salto in lungo. Marcell ha un personale vicino agli 8,50 metri, la gara è stata vinta con un sato di 8,41“.

  •   
  •  
  •  
  •