Nba Finals 2018, Golden State batte Cleveland in gara 1

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui


E’andata ai Golden State Warriors, gara 1 delle Finals Nba 2018, che valgono la conquista del titolo. I californiani campioni in carica, hanno battuto in casa i Cleveland Cavaliers, per 124-114, dopo un tempo supplementare. Alla Oracle Arena di San Francisco, le due squadre presenti all’atto finale del campionato di basket più seguito e spettacolare al Mondo, per il quarto anno consecutivo, hanno dato vita, ad una partita intensa e combattuta.

Le punte di “diamante” di Golden State, Stephen Curry, Kevin Durant, e Klay Thompson, hanno totalizzato 79 punti in tre. I Cavs si consolano, con un’altra prestazione fuori dal normale, da parte di Lebron James, che raggiunge il massimo di punti realizzati in una partita dei play-off, fermandosi a 51, con otto rimbalzi e altrettanti assist. Le percentuali al tir, del “Re” sono state pazzesche : 19/32 dal campo, 3/7 da tre punti e ben 10/11 ai liberi. Grazie al loro numero 23, i Cavaliers si sono trovati in vantaggio di undici punti nel primo periodo di gioco. I Warriors però, dall’inizio del terzo quarto, cominciano a giocare in modo perfetto, come al solito, 28-22 il punteggio, ma non riescono a chiudere la partita tanto che ad un minuto dalla fine del match, i Cavs si sono ritrovati in vantaggio, di due punti, grazie al 23-29, che sembrava aver ribaltato tutto. Qualche tiro libero sbagliato di troppo, e sopratutto un’azione d’attacco mal sfruttata, porta all’Overtime.

Non aver vinto la partita nei tempi regolamentari, è, di fatto, una mazzata per gli ospiti, che incassano un tremendo parziale di 9-0, 17-7 totale, nel supplementare. Il finale di gara, è convulso con James, che stoppa un attacco di Curry, questa cosa non è per niente piaciuta alla giovane stella dei padroni di casa. Rissa sfiorata tra Draymond Green e Tristan Thompson, con il numero 13 della franchigia dell’Ohio, espulso dagli arbitri, per un motivo non specificato. Alla fine però, i padroni di casa, prevalgono grazie ad un Thompson al 50% da tre, per 24 punti, Green pur condizionato da un fallo tecnico è utilissimo in chiave assist e rimbalzi. 29 punti, nove assist e cinque triple, spezzettate nei momenti chiave della partita per Curry.

Nei Cavs, solo il solito Kevin Love ha tenuto il passo di “King James” con una doppia doppia da 21 punti e 13 rimbalzi. Se Cleveland vuole sperare di mettere le mani sull’anello, non può certo pretendere che James o Love, si inventino sempre prestazioni superbe. Se i due avessero avuto compagni di squadra, capaci di supportarli degnamente in questa occasione come lavoro di squadra, i ragazzi di coach Tyron Lue, avrebbero vinto sicuramente questo primo atto della serie, perchè è sembrato che il numero 23, dopo una performance del genere, sia stato condannato alla sconfitta dai suoi stessi compagni, fatta eccezione per chi porta lo 0 sulla maglia. Gara 2 è prevista nella notte tra Domenica e Lunedì alle ore 2:00 ora italiana, sempre a San Francisco.

  •   
  •  
  •  
  •