Basket NBA, partite martedì 13 novembre: Warriors sconfitti, infortunio shock per LeVert

Pubblicato il autore: Pietro Pesce Segui


Basket NBA, le partite di martedì 13 novembre. Nella notte perdono San Antonio e Golden State, ancora senza Curry. Terribile infortunio per LeVert

Super prestazione dei Los Angeles Clippers che riescono nell’impresa di battere i campioni in carica tra le mura amiche. C’è bisogno di un overtime per decretare il vincitore del derby californiano. Decisivo il tiro sbagliato nel finale da Dreymond Green. Risultato finale 121-116 in favore dei Clippers. Lou Williams segna 25 punti dalla panchina ed è top scorer dei suoi; 14 per Danilo Gallinari. Golden State fatica senza il proprio playmaker Steph Curry, fuori per infortunio… non bastano i 31 punti di Klay Thompson.
Sacramento si dimostra ancora squadra rivelazione di questo inizio di campionato: battuti 104 a 99 gli Spurs di Marco Belinelli. Se l’anno scorso i Kings toccavano i bassifondi della Western Conference, quest’anno potrebbero addirittura entrare in zona PO.

Philadelphia vince 124 a 114 contro Miami. Grande entusiasmo in casa 76ers, dovuto alle costanti vittorie e alla trade con i Twolves, che ha portato Jimmy Butler in Pennsylvania.
OKC domina contro Phoenix e porta a casa la partita 118 a 101, anche senza il suo top player Westbrook. Grande prestazione per Paul George che chiude la gara con 32 punti, 8 rimbalzi e 6 assist, tirando 6 su 10 dall’arco.
Washington vince in casa contro Orlando grazie alla doppia doppia di John Wall (25 punti e 10 assist). Ad Orlando non basta il super impatto dalla panchina di Terrence Ross  che mette a referto 21 punti. Vincono i Wizards 117 a 109.

Sfida di prestigio tra New Orleans e Toronto. Hanno la meglio i Pelicans, trascinati da un super Anthony Davis (25 punti e 20 rimbalzi). Per i canadesi 22 punti per il sorprendente Siakam.
Dallas espugna 103 a 98 Chicago, 11 punti per Luka Doncic. Prove di All Star Game per Zach Lavine, che tira fuori dal cilindro una super schiacciata. Per lui 26 punti e costantemente top scorer dei suoi.
Memphis perde in casa contro gli Utah Jazz. I Grizzlies tirano poco e soprattutto male (39% dal campo e 28% da 3). Doppia doppia da 15 punti e 16 rimbalzi per il lungo di Utah Rudy Gobert. Il tabellino finale racconta 96 a 88 in favore dei Jazz.

L’ultima partita della notte è quella che si gioca al Target Center di Minneapolis, tra Timberwolves e Nets. Il risultato finale è di 120 a 113 per i padroni di casa, ma lo score trova il tempo che trova. Purtroppo a caratterizzare la partita è stato l’infortunio shock di Caris LeVert, autore di un grandissimo inizio di stagione con Brooklyn, che dovrà fermarsi ai box per il resto dell’anno. La dinamica dell’infortunio è molto simile a quella accaduta a Gordon Hayward, durante la prima apparizione dell’anno scorso in maglia Celtic. Le immagini della caviglia del giocatore dei Nets sono state forti e, come spesso accade in questi casi, le tv americane decidono di non mostrare quegli attimi.
Compagni, avversari e tifosi rimangono ammutoliti, sottoshock dopo l’accaduto. Calorosissimo applauso di tutto lo stadio all’uscita dal campo di LeVert. Numerosissimi messaggi di vicinanza al giocatore sono arrivati da tutto il mondo NBA, tra cui Porzingis, Wade, Kuzma, Paul, e Kevin Love, i quali indirizzano preghiere e auguri di pronta guarigione allo sfortunato collega di Brooklyn.

  •   
  •  
  •  
  •