NBA risultati partite 12 novembre: Harden ne fa 40, i Lakers di LeBron James battono gli Hawks

Pubblicato il autore: Matteo Ingrosso Segui

LeBron James – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

I Los Angeles Lakers di Lebron James si salvano al fotofinish contro Atlanta, grazie alla grande prova del “Re” e di Tyson Chandler. Gara fatta di alti e bassi per i viola, che partono bene nel primo tempo, ma si complicano la vita nell’ultimo periodo, riuscendo a ottenere la vittoria alla sirena, soprattutto grazie alla stoppata decisiva di Chandler su Trae Young, autore di una grande prestazione per Atlanta. Per gli Houston Rockets del solito, inesauribile, James Harden, autore di 40 punti, arriva la prima vittoria casalinga in stagione, contro Indiana Pacers, alla quarta sconfitta di fila. Sullo sfondo, l’assenza di Carmelo Anthony e le voci di un imminente addio dopo appena 7 apparizioni con i Rockets.

Los Angeles Lakers-Atlanta 107-106
Ancora decisivo Tyson Chandler nella vittoria sudata dei Los Angeles Lakers contro gli Atlanta Hawks. La gara di questa notte ha dato l’idea di quanto ai viola mancasse un centro come l’ex di Phoenix. L’uomo che nella sua carriera ha stoppato gente come Carmelo Anthony e Paul Pierce con il suo arrivo ha dato una dimensione difensiva decisamente più solida alla franchigia di coach Walton, oltre a permettere una turnazione che dà riposo all’ex Warriors McGee. Contro Atlanta, Chandler ha evitato ai suoi l’ulteriore sforzo di condurre all’overtime un match dominato dai losangelini nel primo periodo, ma quasi compromessa nel quarto tempo. Lebron ringrazia e e Los Angeles va sul 7-6. I Lakers entrano in campo troppo morbidi e Atlanta ne approfitta subito, fino alla scossa del n°23 che rimette subito le cose in chiaro. Sul finale del primo quarto i viola crescono ma attaccano a intermittenza. Atlanta risponde nel secondo periodo e porta il punteggio sul 53-52 allo scadere, grazie alle penetrazioni di Bazemore -21 punti-. Nel terzo periodo Lebron e compagni toccano i +15. Le triple di Lonzo Ball -8 punti e 11 asisst per lui- e Kuzma -18 punti- prendono in mano le redini del match, coadiuvati da Lebron James, autore di 26 punti e 7 rimbalzi -7/11, 3/9-. Young -20 punti e 12 assist- e Prince -23 punti, 4/5, 5/8- non ci stanno e suonano la carica per Atlanta, quando i Lakers stavano già pensando ad un finale sul velluto. A 90” dalla sirena Vince Carter schiaccia, portando gli Hawks sul +1. Poi l’occasione sprecata da Lebron, che dalla lunetta fa 0 su 2 e non riesce a portare avanti i suoi, a 20″ dalla sirena. James riesce a rifarsi con la schiacciata che porta avanti i suoi, ma la ciliegina sulla torta è la stoppata di Tyson Chandler su Young. I Lakers di Lebron tirano un sospiro di sollievo e ottengono il settimo successo.

Houston Rockets-Indiana Pacers 115-103
Nella vittoria di Houston contro Indiana si rivede un James Harden in formato mvp, ai livelli delle finali di Western Conference della scorsa stagione. Arriva la prima vittoria casalinga per i texani, offuscata dalla questione che vede Carmelo Anthony nell’occhio del ciclone. L’ex New York è ufficialmente infortunato, ma sta parlando del suo futuro con la dirigenza della franchigia. Le voci che circolano porterebbero Melo già lontano da Houston, nonostante le smentite del General Manager, Morey. Nonostante tutto, la squadra di coach D’Antoni non si lascia distrarre e centra la vittoria contro Indiana -8-6- grazie ai 40 punti, 9 assist e 7 rimbalzi del “Barba”. Grande protagonista anche Chris Paul, autore di 26 punti e 5/8 da tre. Oladipo -22 punti, 7 assist e 10 rimbalzi- e Bogdanovic -20 punti e 6 assist- non bastano a Indiana per evitare il terzo ko nelle ultime quattro gare. I padroni di casa si impongono soprattutto nel secondo e nel terzo periodo, andando a riposo con il risultato di 76-54. I Pacers provano a rientrare in gara ma Harden è inarrestabile: 5 punti consecutivi portano Houston a +15 e mettono in ghiaccio il risultato al Toyota Center, dove i tifosi texani possano finalmente gioire.

  •   
  •  
  •  
  •