Stephen Curry MVP della stagione ’15/’16

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

stephen curry mvp

Stephen Curry MVP per il secondo anno consecutivo! Tra tutti i premi della stagione questo era quello più scontato. I motivi? Il n.30 è il miglior giocatore della squadra che ha stabilito il record di vittorie stagionali (ben 73) e ha giocato un’annata pazzesca. Il play ha chiuso la regular season con le seguenti medie: 30.1 punti, 6.7 assist, 5.5 rimbalzi e 2.1 palle recuperate di media a partita. Incredibile la percentuale del tiro da tre punti (45.4%) considerato anche il fatto che Steph ha fatto registrare il record di numero di triple realizzate in una singola stagione regolare: 402. Dunque Stephen Curry MVP era inevitabile vista l’annata personale oltre che quella incredibile dei Golden State Warriors. La notizia sarà ufficiale a breve ma non c’era il minimo dubbio su Stephen Curry MVP. È pazzesco pensare come ci sia più interesse per vedere chi sia arrivato in seconda posizione. Molto probabilmente Kawhi Leonard, che in questa stagione è diventato il leader dei San Antonio Spurs, anch’essi autore di una pazzesca annata da 67 vittorie e 15 sconfitte. L’ala si è consolata con la seconda vittoria consecutiva del premio di miglior difensore.

RC Buford, GM dei San Antonio Spurs, è stato premiato come miglior executive dell’anno. Il 56enne ha ottenuto 77 punti ed è arrivato davanti a Neil Olshey (63 punti, Portland Trailblazers) e Bob Myers (38 punti, Golden State Warriors). Stupisce assai il fatto che abbia ottenuto dei punti (5) Sam Hinkie, visto che i suoi Philadelphia 76ers hanno chiuso la stagione con 10 vittorie e 72 sconfitte.
Questa la lista dei premi della stagione NBA ’15-’16:
Stephen Curry MVP (Golden State Warriors)
Kawhi Leonard Miglior difensore (San Antonio Spurs)
Karl Anthony-Towns Miglior rookie (Minnesota Timberwolves)
Steve Kerr Miglior allenatore (Golden State Warriors)
C.J. McCollum Giocatore maggiormente migliorato (Portland Trailblazers)
RC Buford Miglior executive (San Antonio Spurs)

Dunque per quanto riguarda i premi a farla da padrone è stata la Western Conference. Infatti tutti i premiati provengono da Ovest nonostante quest’anno ci sia stato un netto miglioramento della qualità ad Est. Basta citare il fatto che il record dell’ottava squadra nella Eastern Conference è stato di 44 vittorie e 38 sconfitte mentre ad Ovest è stato di 41 vittorie e 41 sconfitte. I numeri non mentono

  •   
  •  
  •  
  •