NBA: Curry batte i record di Kobe e Jordan

Pubblicato il autore: Martina Musu

Stephen Curry ha segnato 49 punti, di cui 10 triple contro i Philadelphia Sixers battendo records

I Golden State Warriors, ieri hanno vinto 96-107 fuori casa contro i Philadelphia Sixers. Grazie alle incredibili prodezze di Steph Curry la squadra è arrivata ad 11 partite consecutive con oltre 30 punti segnati. Infatti la tripla di ieri notte agli 86 punti, ha regalato al cestista un altro risultato, superando il record di Kobe Bryant che deteneva il primato di punti per un giocatore di 33 anni in su. Curry, che ha compiuto 33 anni lo scorso mese ha anche la più lunga striscia di 30 punti messi a segno nei Golden State dai tempi di Wilt Chamberlain nel 1964. Ma questo non è tutto in quanto, con oltre 5 partite oltre quota 40 punti disputate nel mese di aprile, Curry ha superato anche il record di Michael Jordan.

Dichiarazioni a caldo

Di seguito riportiamo le parole del coach dei Golden State Warriors Steve Kerr dopo la vittoria contro i Sixers di ieri: “Ho visto Kobe Bryant all’inizio della sua carriera, ed era devastante. Ovviamente ho anche giocato anche con Michael Jordan, che ha avuto la sue serie di partite in cui segnava da qualsiasi posizione. Ma nessuno nella storia del gioco ha mai tirato in questo modo. Questo va anche oltre gli standard di Steph, che sono già piuttosto elevati, va ben oltre ciò”.

Sui social si è scatenata una vera e propria petizione da parte dei fans per eleggere il giocatore come MVP della Lega.

  •   
  •  
  •  
  •