Mercato NBA: Lebron e KD tengono in ansia Lakers e Nets

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo

mercato nba

Il mercato NBA tiene i fan dei Los Angeles Lakers in ansia per la situazione di stallo relativa al contratto di LeBron James. Il cestita di Akron può mettere nero su bianco un’estensione biennale da 97,1 milioni di dollari totali ma l’affare non è ancora chiuso. ESPN riferisce che il primo incontro tra Rich Paul, agente di King James, e Rob Pelinka, capo della dirigenza del club gialloviola, è stato produttivo ma non fin al punto da concludere la trattativa. Al colloquio tenutosi al campo di allenamento della squadra a El Segundo, era presente anche Darvn Ham, nuovo allenatore della compagine di Los Angeles. Le parti continueranno il dialogo senza alcuna fretta, infatti il cestista per decidere ha tempo fino al 30 giugno 2023. James prima di scegliere vorrebbe attendere l’evoluzione del mercato al momento deludente dei Lakers e inoltre vorrebbe mantenere una player option per la stagione 2024-25. Proprio quell’anno, il figlio Bronny potrebbe essere scelto nel Draft.  Lebron potrebbe realizzare il suo desiderio di giocare l’ultima stagione della carriera in squadra con il suo primogenito.

Mercato NBA: Durant ‘prigioniero’ dei Nets

La situazione in casa Brooklyn è davvero difficile anche se il mal di pancia di Kyrie Irving sembra rientrato. Secondo il reporter americano Ian Bagley, di SNY, la possibile cessione di Kevin Durant al momento è davvero complessa per diversi fattori. Il motivo principale è legato alla mancanza di squadre interessate allo scambio. Il calibro e soprattutto il salario di KD rendono obbligatorie la presenza di altre  squadre di contorno per facilitare lo scambio e lo scarico di contratti indesiderati. Secondo Bagley la soluzione è ancora molto lontana: “Non c’è particolare interesse in giro per la lega ad agire come terza o quarta squadra e aiutare la realizzazione di uno scambio”, inoltre aggiunge: “Nessuno vuole aiutare Brooklyn a chiudere uno scambio”.

  •   
  •  
  •  
  •