Gianluca Branco torna a combattere a 50 anni ma non per l’Italia

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

Gianluca Branco ex campione italiano di Superleggeri è definitivamente convinto di tornare sul ring a 50 anni. L’idea è in testa al pugile azzurro già da diverso tempo ma l’esplosione della pandemia ha rallentato tutto, adesso il boxer afferma durante un’intervista su Rai 1: “Non ho bisogno di soldi. Torno per far vedere che anche nello sport gli over 40 possono ottenere grandi successi”.

Gianluca Branco non difenderà i colori azzurri

Il pugile dopo il suo ultimo match contro il polacco Rafal Jackiewicz, disputato nel 2014 e chiuso con una vittoria per KO alla sesta ripresa, sente ancora il fuoco ardere nel suo corpo ed è pronto a esplodere sul ring. Gianluca Branco dichiara di non poter lottare per l’Italia e lui stesso spiega il motivo: “A 50 anni voglio fare la storia della boxe e coronare il mio sogno. Però la federazione italiana non mi permette di farlo, e quindi, anche se nella mia carriera ho sempre indossato i calzoncini col tricolore, mi sono dovuto tesserare con il Brasile. Non potrò più salire sul ring con la bandiera italiana, lo farò con quella brasiliana. No, non ho bisogno di soldi. Torno per far vedere che anche nello sport gli over 40 possono ottenere grandi successi”.

Non manca chi critica la scelta del pugile

Non sono mancate le critiche da ex colleghi ed addetti ai lavori. Le contestazioni non sono arrivate perché Giancluca Branco lotterà con una bandiera diversa dal tricolore ma vista l’età avanzata in molti ritengono che sia pericoloso tornare a sul ring per affrontare un match di pugilato. Ai suoi oppositori Gianluca Branco risponde: “Non sono un folle e nemmeno uno sprovveduto, ho una figlia di 10 anni e so quello che faccio: posso dare ancora tanto, e nessuno può decidere per me”.
D’altronde anche Mike Tyson è tornato sul ring a 53 anni e i risultati sono stati davvero sorprendenti tanto che adesso si prospetta una sfida al Colosseo tra Iron Mike e Vincenzo Cantatore.

  •   
  •  
  •  
  •