Castro: “Juve? Squadrone. Bacca? Un affare. Immobile buon giocatore”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

castro-siviglia

Stasera andrà in scena il match tra Siviglia e Juventus che potrebbe sancire il primo posto dei bianconeri nel girone. A questo proposito il presidente degli spagnoli Castro ha concesso una bella intervista al Corriere dello Sport dove tocca vari temi, si parte con il tecnico Emery: “Giocare la Champions era una cosa che in pochi potevano offrirgli. Unai sa come lavoriamo qui e sicuramente avrà tenuto in considerazione il fatto che non avrebbe trovato un club migliore per continuare a crescere. Nessuna paura di perderlo in futuro, il Siviglia  in un certo senso è già una squadra top. Nessuno ha vinto quattro Europa League come abbiamo fatto noi. Ci sono dei club più grandi del nostro, ma solo il tempo e i risultati decideranno il futuro di allenatori e giocatori, come è sempre successo nel calcio”. Sulla cessione di Bacca al Milan: “E’ stato un affare per tutti. Il Milan ha preso un grandissimo giocatore, il valore economico di Bacca è lievitato e il Siviglia ha incassato una cifra molto superiore a quella che aveva investito. Lo abbiamo venduto perché non avevamo alternative, non potevamo permetterci lo stipendio che gli ha offerto il Milan. Immobile? I buoni giocatori, e Immobile lo è, si adattano a qualsiasi campionato. E sono sicuro che alla fine Ciro assicurerà un buon rendimento”.

Leggi anche:  DAZN Standard nuova offerta: prezzo scontato fino al 2 ottobre

Sulla Juventus: “E’ uno squadrone con grande esperienza in Champions League. La sua forza risiede nella difesa e nella potenza offensiva”. Mercato italiano: “Non sono un esperto di calcio internazionale. Però mi ha sorpreso l’esterno della Lazio, Candreva. L’ho visto in Nazionale. Questo non significa che il Siviglia voglia prenderlo, il mercato lo fanno i tecnici, non i dirigenti”. Futuro del Siviglia: “Speriamo di centrare il terzo posto nel girone, ci permetterebbe di partecipare alla competizione che più amiamo. In Spagna stiamo facendo passi in avanti per rompere il dominio Real-Barca, ad esempio con una miglior distribuzione dei diritti Tv. Monchi? E’ l’anima del nostro progetto, la mano che muove la culla. La nostra politica di mercato si basa sul rischio e le sue decisioni sono la chiave. Monchi è un broker del mercato calcistico con un elevato numero di successi”.

  •   
  •  
  •  
  •