Il Natale quando arriva, arriva: auguri a tutti

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso

natale-2014-e1415805626642

Ci siamo: è arrivato il Natale.
Anche quest’anno: il Natale quando arriva arriva.
C’è chi lo festeggia con gioia, emozione, spensieratezza: solitamente questo identikit si ferma però a persone che non hanno superato i 15 anni.
Ci sono le donne, felici nel cucinare tremilasettecentoventicinque piatti diversi per due giorni di fila (vigilia + giorno di Natale + Santo Stefano da non trascurare), entusiaste nel poter stare con parenti che magari non vede da un anno (lo scorso Natale ad esempio) e soddisfatte di poter andare a Messa a mezzanotte.
Poi ci sono gli uomini: come vivono il Natale gli uomini?
Distinguiamo due tipi di uomini:
A) L’uomo felice per l’avvento del Santo Natale, possibilmente uomo di Chiesa che alle undici è già lì nel coretto natalizio con la giacchina tutto bellino bellino, pronto, l’indomani a preparare assieme alla moglie i piatti del pranzo,  dopo aver fatto colazione come quelle famiglie americane tutte sorridenti e con una grande gioia di vivere: ecco, questo è un individuo in via d’estinzione.
B) L’uomo distrutto dalla magia del Natale: parenti di tredicesimo grado della moglie da accogliere, Santa Messa serale con consorte accanto che ti da i pizzicotti se provi ad addormentarti, sveglia mattutina perchè ci sono le cose da preparare e per concludere quel senso di vuoto e depressione nel sapere che il campionato è fermo per il Natale: ecco, questo è un individuo particolarmente comune all’interno della nostra società.

Ma andiamo avanti e tralasciamo i possibili modi in cui trascorrerete il vostro Natale: passiamo agli auguri!

Tantissimi auguroni di buon Natale a te e famiglia. 
Un felice Natale a te e i tuoi cari.
Auguri di buon Natale a te e famiglia.

Evitiamo di deliziarvi coi messaggi dove si parla di pace eterna, misericordia e via dicendo che potete trovare ogni anno nei vostri telefonini grazie al copia e incolla del simpatico parente di tredicesimo grado di tua moglie che ti manderà anche se è seduto accanto a te a tavola. Noi però non siamo come lui, e abbiamo deciso di ricordarci dei nostri idoli pallonari con un messaggio d’auguri un pò più corposo.

Leggi anche:  Albania-Islanda, streaming e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere Nations League

Buon Natale a:

CARLO ANCELOTTI: Auguri Carletto, mi raccomando non mangiare tanto perchè fra un pò inizia la tua avventura al Bayern. Sei il migliore e uno come te non poteva non allenare pure in Germania: inizia ad abituarti a Wurstell, Maionese e soprattutto tanta birra. Dicono che offra Vidal.

JOSE MOURINHO: Auguri Jose. Goditi il tuo riposo ma non ti abituare troppo perchè fra un pò probabilmente torni in panchina: Manchester Utd o Real? In Inghilterra potresti sfidare di nuovo il tuo amico Pep al City e soprattutto battere quel simpaticone di Abramovich che t’ha licenziato per la seconda volta: in Spagna hai già battuto una volta un Barca stellare e non sarebbe niente male ripeterti. Che pensi? Di sicuro su una cosa hai vinto: non si è mai parlato così tanto di un allenatore licenziato. Chapeau. Ah già, pure i francesi ti vogliono.

ROBERTO MANCINI: Auguri Mancio! Il mio regalo per te è una bella confezione di pazienza: tanta, tantissima pazienza. In estate perdevi e si lamentavano, ora vinci e si lamentano: hai perso una partita ed è uscito fuori un parapiglia tra te e i giocatori. Scusate, ma saranno pure fatti loro?
In Sicilia si dice: “i fatti da pignata i sapi sulu a cucchiara”. Tradotto lasciate in pace il povero Mancio e fategli sbrigare a lui le cose. Ps in bocca al lupo a colui ha fatto uscire la notizia dallo spogliatoio. Passa un buon Natale.

FELIPE MELO: Auguri Felipe! Ringrazia Supernews perchè è l’unico sito che ti fa gli auguri di Natale. L’hai fatta grossa l’altra sera con Biglia: c’è chi dice che l’hai fatto apposta, chi dice il contrario. Fatto sta, caro Felipe, che ti sei fatto una brutta nomina e anche se tiri a terra un cd di Adele si scatena un putiferio: prendi un pò di camomilla e ritorna in campo con un pò più di self control.

Leggi anche:  Nations League, dove vedere Portogallo-Spagna: streaming e diretta Tv

GIUSEPPE ROSSI: Auguri Pepito! Auguri per il Natale e soprattutto per la tua carriera: un talento come te ha bisogno di giocare e se la soluzione è andare via da Firenza fallo! Fallo per te e per tutti noi: gli Europei si avvicinano.

MAURIZIO SARRI: Auguri mister Sarri! Il 2015, almeno a livello calcistico, è stato l’anno più bella della sua vita. Tralasciando l’Empoli, lei a Napoli ha preso una squadra con un morale sotto terra, le ha dato un’anima, una mentalità e una voglia di vincere e ha fatto si che tutti tornassero almeno a sognare i tempi di Maradona.

GONZALO HIGUAIN: Auguri Pipita! Sei riuscito a cancellare il finale della scorsa stagione e l’estate splendidamente, e hai raggiunto una forma mai vista prima: Napoli ha bisogno di te e tu hai bisogno del loro calore.
Ps ti manda a dire Sarri che se non vinci il Pallone d’Oro sei una testa di c****! Guai a contraddirlo!

MAX ALLEGRI: Auguri Max! Ma quanto te ne hanno dette? Sei stato più forte di loro. Avevi ragione su tutto e il panettone te lo mangi in maniera abbondante e anzi, se ne avanza, chiami un pò di critici e glielo offri. Hai aspettato Mandzukic e Dybala, ti sei affidato alla vecchia guardia e hai dato il tempo alla squadra di rodarsi: il risultato è che adesso la Juve fa paura a tutte le avversarie.

RUDI GARCIA: Auguri Rudi! Ti auguriamo un Natale felice e soprattutto sereno e tranquillo: esattamente quello di cui hai bisogno tu e la tua Roma. Rigenerati, ricarica le pile e fà si che la tua squadra inizi a carburare come inizio campionato: le critiche spesso si fanno per far crescere e maturare, guai però ad eccedere.

VINCENZO MONTELLA: Auguri Aereoplanino! Ti aspetta una seconda parte di stagione molto difficile e ardua: risistemare la Samp, rimodellarla e riproporla secondo i tuoi standard di gioco non sarà facile: che sarà mai però per uno che ha trasformato il Catania in un piccolo Barcellona?

ZLATAN IBRAHIMOVIC: Auguri Zlatan! Ovviamente non ci siamo dimenticati di te, e non lo faremmo mai perchè temiamo le conseguenze. Hai mezza stagione per decidere che fare del tuo futuro: rimanere in Francia a vincere il campionato passeggiando ma lottando per la Champions, tornare in Italia e rimetterti in gioco nel campionato che t’ha fatto diventare uno dei più forti oppure farti una pensione dorata in MLS?
A te la scelta: ci vediamo agli Europei in Francia. E non fare male a Verratti, come gli hai promesso.

Leggi anche:  Dove vedere Brasile-Tunisia, streaming e diretta Tv

ANTONIO CONTE: Auguri Mister! Ultimo Natale senza pensare al calciomercato o alla preparazione invernale per te, Conte. Ops, scusa, non lo dovevo dire. Vabbè ma obiettivamente si sa: è come il segreto di Pulcinella. Ti manca il campo, ti manca il pre-partita, le conferenze stampe, il lavoro giorno dopo giorno: è evidente che dopo gli Europei ritornerai in pista.
Dopo però: prima si va in Francia. E ricordati che tu sei uno che lascia con dei successi.

PLATINI-BLATTER: Auguri a anche a voi due furbastri! Quest’anno i vostri parenti si rifiuteranno di giocare al Mercante in Fiera con voi, a Cucù partite già morti, e a Briscola in 5 nessuno vorrà essere vostro compagno. Che triste Natale.
Dimenticavo: tanti cari auguri anche da parte di Maradona…

SUPERNEWS: Tanti auguri anche a noi di Supernews! Fratelli di condivisione e spam, compagni  di visualizzazioni e click, sempre alla ricerca della notizia giusta e motivati da quel sano spirito di collaborazione (ma allo stesso tempo concorrenza) che non può non portare a grandi risultati: un gruppo fantastico, uno sciame di redattori magistralmente diretto dai piani superiori del nostro sito.

Vi state chiedendo a voi cosa importa degli auguri alla nostra redazione?
Beh, beccatevi gli auguri scritti in copia e incolla del parente di tredicesimo grado di vostra moglie.

Tantissimi auguroni di buon Natale a te e famiglia. 

Un felice Natale a te e i tuoi cari.
Auguri di buon Natale a te e famiglia.

Buon Natale. E occhio a non giocare con Blatter e Platini.

  •   
  •  
  •  
  •