Mancini: “Mi fa piacere che i tifosi siano felici”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

Mancini

Altra vittoria per l’Inter ieri sera ai danni del Cagliari in Coppa Italia e passaggio ai quarti di finale dove attende lo scontro di questa sera tra Napoli e Verona. Al termine del match il tecnico dei meneghini Roberto Mancini ha tenuto la consueta conferenza stampa, ecco le sue impressioni:

Montoya ha giocato due gare in pochi giorni facendo bene: è cambiato qualcosa in vista di gennaio?
“Potrà andar via se non dovesse ritenere idonea tale situazione, ma dipenderà soprattutto da lui. Le cose cambiano velocemente nel calcio, ma lui è un bravo ragazzo e merita. Se mi chiedesse di andare via per poter giocare di più non potrei dirgli di no. Dipenderà da lui, sarei contento se rimasse”.

Schierato da centrale, come valuta la prova di D’Ambrosio? Può essere una soluzione anche in prospettiva?
“Non ha giocato molte volte in questa posizione, questo è vero, ma devo dire che sa giocare benissimo anche in questo ruolo. Lo abbiamo già provato in passato, come l’estate scorsa, e potrà essere un’opzione in più”.

Leggi anche:  Inter, non è finita con Zhang: entro fine anno 100 milioni alla società

Anche stasera Kondogbia ha offerto una prova a intermittenza: cosa gli manca per disputare una gara completa e senza pause?
“Geoffrey rientrava oggi dopo l’infortunio, ma non ha fatto male. Ha fatto delle giocate da fuoriclasse. Non ha disputato una gara negativa, inoltre è cresciuto nel finale”.

Questa è una squadra che gioca da vero e proprio gruppo.
“Sì, è così. Mi fa piacere che i tifosi siano felici e che ci sia fiducia in noi”.

Si parla tantissimo di Calleri: c’è stato un affondo o la situazione è diversa?
“Lo abbiamo seguito come tanti altri, ma non so quello che si potrà fare. Non abbiamo ancora fatto nulla di concreto”.

Anche le riserve hanno risposto stasera: c’è comunque bisogno di intervenire sul mercato?
“Non si può dire che stasera abbia giocato un’Inter B. Sono soddisfatto di tutti, rendono al massimo anche in ruoli differenti. Ognuno riesce a far bene, tutti sono coinvolti e, al momento, non credo che faremo qualche movimento di mercato, a meno che qualcuno non chieda di essere ceduto”.

  •   
  •  
  •  
  •