Tanti auguri Milan: il club compie 116 anni!

Pubblicato il autore: Eugenio Usai

milan (1)
La società calcistica milanese soffia ben 116 candeline. 116 anni intensi, pieni di trionfi, soprattutto sul campo internazionale con le sue sette Champios League/Coppe Campioni, tre Coppe Intercontinentali, una Coppa del mondo per club, cinque Supercoppe europee e due Coppe delle Coppe, che ne fanno il terzo club più vincente in campo internazionale, a pari merito con il Boca Juniors. Terzo posto anche per quanto riguarda il palmares italiano, con i suoi 18 scudetti, cinque Coppe Italia e sei Supercoppe italiane. Conosciuto inizialmente come Milan Football and Cricket Club, fu fondato da un team di appassionati di calcio anglo-italiani, di cui le due figure più importanti furono Alfred Edwards, primo presidente e Herbert Kilpin, primo allenatore – giocatore della società, di cui si ricorda la seguente citazione che ideò gli storici colori della casacca: “Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari!”

Leggi anche:  Federico Dimarco rivendica: "Abbiamo dominato, meritavamo la vittoria"

Nel dopoguerra il club si fece ricordare per gli scudetti vinti negli anni cinquanta, grazie al famoso trio svedese Gre-No- Li, e in seguito con la vincente gestione dell’allenatore Nereo Rocco, che nel 1963 li portò a conquistare la prima Coppa Campioni, vinta contro il Benfica per 2-1, mancando però la prima Coppa Intercontinentale, la quale non sfuggì dopo la seconda Coppa dei Campioni, conquistata nel 1969. Dopo molti anni vincenti, il Milan passò il suo peggior periodo all’inizio degli anni ’80, con la sua retrocessione in Serie B a seguito dello scandalo del calcioscommesse, per poi replicare nel 1982, dopo una stagione fallimentare. Nonostante la veloce risalita, il Milan si trovò a rischio di fallimento, poi scongiurato da Silvio Berlusconi, che acquistò la società nel 1986. E proprio con l’era Berlusconi che il Milan rientra tra le grandi, grazie al rivoluzionario tecnico Arrigo Sacchi e il suo invincibile team, soprannominato gli “Immortali”; capace di vincere due Coppe Campioni consecutive, più uno scudetto centrato al suo primo anno da allenatore. Finita l’era Sacchi, il Milan continua a vincere con Fabio Capello, che centra uno storico record di 58 risultati utili consecutivi, vincendo quattro scudetti e una Champions League. Dopo alcuni anni passati in ombra, ad eccezione dello scudetto vinto da Zaccheroni nel ’99, con il passaggio in panchina di Carlo Ancelotti, il Milan aprì un altro ciclo vincente, che gli regalò altre due Champions League e uno scudetto.
Di sicuro il Milan non se la sta passando bene in questo momento, tra risultati non soddisfacenti e con la panchina del tecnico Mihajlovic che scricchiola, ma ha ancora l’affetto e sostegno della maggior parte dei suoi tifosi, come testimoniato dalla lunga sequenza di messaggi d’auguri e di supporto ricevuti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: