A “Le Iene” le scuse di De Rossi: Mi dispiace per chi si sente offeso

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
De Rossi e De Devitiis (fonte Facebook Le Iene)

De Rossi e De Devitiis (fonte Facebook Le Iene)

Daniele De Rossi si scusa per l’insulto rivolto a Mandzukic domenica sera durante Juve-Roma (“Stai muto, zingaro di merda”). Lo fa attraverso il Programma Mediaset “Le Iene” che lo hanno raggiunto a Roma. Il servizio andrà in onda questa sera alle 21.10 su Italia 1 a Le Iene Show. Nell’anticipazione diramata attraverso Facebook dal programma De Rossi risponde alla iena che gli chiede cosa sia successo con Mandzukic:

“L`avete visto. Sono stato beccato da una telecamera mentre dicevo una frase che, insomma, dovevo evitare di dire. Non è la prima volta che si dicono queste frasi e ogni tanto capita in campo. Va beh, dire che se ne dicono tante e che in campo se ne dicono di peggio e che il calcio in quei 90 minuti livella un po tutti verso il basso, non è una giustificazione. Insomma, evitiamo di dirle o, come ha detto il mister, copriamo la bocca“.

Leggi anche:  Juventus, Allegri: “Dybala e Morata salteranno i match con Chelsea e Torino”

Poi la Iena Nicolò De Devitiis gli chiede “ma Cassano (ex compagno di De Rossi nella Roma dal 2001 al 2006 ) non te l’ha mai insegnato a parlare con la mano davanti?“. “Cassano è cintura nera di mano davanti“, e’ la risposta del “Mare di Roma”. Ma adesso che l’audio funziona, De Rossi vuol dire qualcosa a Mandzukic? “Mi dispiace, mi dispiace – ha chiosato – per chi si sente offeso per quella frase”.

  •   
  •  
  •  
  •