Fair play finanziario in azione: rischiano 5 club

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

fair play finanziarioL’allarme per il fair play finanziario viene lanciato dal quotidiano sportivo torinese Tuttosport e porta la firma del giornalista Stefano Salandin che ricorda l’obiettivo per numerosi club di serie A del famigerato pareggio del bilancio per la stagione 2018/2019, evidenziando come siano ben 5 i club ad avere i conti in rosso.
Lo spauracchio serpeggia ormai in diversa società che stanno cercando in tutti i modi di far tornare i conti, in quanto già dal prossimo anno ci potrebbero essere le prime piccole sanzioni che riguarderebbero il blocco dei trasferimenti, cosa che come ben si può capire danneggerebbe moltissimo le finanze delle società di calcio che devono repentinamente provvedere. Ad alzare la voce è stato lo stesso presidente della Figc Carlo Tavecchio che spiega come ben 10 squadre del campionato non sarebbero in regola con i parametri per l’iscrizione all’anno successivo per mancanza di liquidità, 5 delle quali verserebbero in condizioni disastrose.
Per non incorrere nella sanzione più drastica prevista dal fair play finanziario diverse società sportive hanno già depositato in lega un piano di rientro in modo da poter essere accettate, anche se con riserva, nel prossimo campionato, piani che dovranno però essere rigorosamente rispettati e dovranno portare i benefici che i dirigenti delle diverse squadre hanno enunciato. Questi i principali parametri dai rispettare e dai quali è impossibile fuggire:

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Juve Stabia-Campobasso: cronaca e risultato in tempo reale
  • Pagamento dei debiti nei confronti di società affiliate a Federazioni estere per trasferimenti intervenuti relativi ad acquisizioni internazionali di calciatori.
  • Dimostrare il pagamento dei dipendenti fino a maggio.
  • Rispettare parametri più stringenti su indicatori di liquidità, di indebitamento e di costo del lavoro, pena il blocco della campagna trasferimenti.

La liste delle società che si troverebbero in grave difetto non è stata diramata dalla lega calcio, ma è fucile intuire quali siano le squadre che rischiano il blocco del mercato e successivamente l’iscrizione al campionato per i mancati parametri dettati dal fair play finanziario che sono in prima linea l’Inter di Thohir, rea di aver fatto una campagna acquisti faraonica con giocatori del calibro di Perisic, Kondogbia, Murillo, e Miranda, seguita a ruota da Roma, Genoa, Milan e Lazio, anch’esse fortemente indebitate anche se, come nel caso della Lazio, non abbiano portato grandi giocatori tra le proprie fila.

Leggi anche:  Serie A, Genoa-Fiorentina le probabili formazioni: out Caicedo, c'è Ekuban

Una boccata d’ossigeno per l’Inter sarebbe la qualificazione in Champions League, cosa che ha salvato l’anno scorso e salverà anche quest’anno la Roma di Pallotta, che proprio grazie agli introiti dovuti alla maggiore competizione europea potrà colmare il divario che c’è tra le entrate e le uscite. Visto che i posti Champions sono solo tre e l’Inter è a ben 5 punti di distanza dalla Roma che è terza in classifica, l’unica soluzione per non incorrere nelle sanzioni del fair play finanziario rimane la cessione dei pezzi più pregiati della formazione di Roberto Mancini, vale a dire Icardi, che piace moltissimo al PSG, Murillo, fortemente voluto da Mourinho, e probabilmente Perisic.
Guai più grandi si trovano in casa Milan, lontanissimo dalla zona Champions e che rischia anche la qualificazione in Europa League e in casa Lazio e Genoa, dove oltre alla mancata qualificazione in Europa vanno annoverati anche debiti protratti da anni.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 4.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

 

  •   
  •  
  •  
  •