Baiano: “Contro la Spagna è una gara aperta per quanto visto con Belgio e Svezia”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

baiano
A due giorni dalla sfida con la Spagna, l’ex bomber viola, Francesco Baiano, analizza il prossimo match degli azzurri, tutt’altro che semplice.
Queste le sue parole:”Contro la Spagna è una gara aperta per quanto fatto vedere dall’Italia nelle prime due gare, quando contava portare a casa il risultato. Le seconde scelte hanno trovato difficoltà contro l’Irlanda, una squadra che aveva più fame. L’Italia, se non gioca con la ferocia giusta, fa fatica contro qualsiasi nazionale”.

Avendo la Spagna, come avversaria negli ottavi, cosa si aspetta? “Sono fiducioso, l’Italia può fare bene se è quella vista nelle prime due gare del girone. Si può anche andare fuori, ma gli azzurri venderanno cara la pelle. La rabbia non mancherà“.
Il giocatore da dover tenere maggiormente sott’occhio è Iniesta nella Spagna? “Un mio allenatore diceva che i piedi non invecchiano. Vediamo Iniesta che corre meno di prima, ma ci delizia ogni volta che tocca la palla. È un calciatore straordinario che tutti i top club vorrebbero. È normale che, se Iniesta dovesse trovare i varchi giusti, può far male. Se invece avrà spazio limitato, può essere fermato. Poi è normale che per fermarlo servono due o tre calciatori solo su di lui. Ma, con una gara da squadra, si può mettere in difficoltà la Spagna“.
Facendo una panoramica delle Nazionali che hanno passato i Gironi, quale selezione l’ha più colpita? “Sicuramente il Galles, trascinato da Bale in stile Real. Difficilmente abbiamo visto questo rendimento dell’ex Tottenham tra i blancos, dove gli occhi sono tutti puntati su Cristiano Ronaldo. Il gallese. in questo Europeo, è l’unico campione ad aver dato tanto alla sua Nazionale. Il Galles è arrivato primo nel girone, non dimentichiamolo. Le previsioni della vigilia volevano i britannici fuori al primo turno. Bale, per ora, è l’uomo copertina dell’Europeo“.

Leggi anche:  È morto Diego Armando Maradona

Insomma, se l’Italia giocherà, come visto già con il Belgio e la Svezia, l’impresa contro la Spagna potrebbe anche arrivare. Se gli azzurri, invece, ripeteranno la prestazione offerta contro l’Irlanda, difficilmente si potrà superare il turno. E’ anche vero che contro gli irlandesi si è vista una sorta di “Italia 2”, ben diversa da quella che sarà disposta in campo da Antonio Conte proprio contro gli spagnoli.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,