Neuer: Quando un portiere vale mezza squadra

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui

Manuel-Neuer-Best-Image
Ieri sera, durante la partita Germania-Ucraina, abbiamo assistito ad un’altra prestazione eccezionale di Manuel Neuer.

Il portierone tedesco ha sfoderato almeno un paio di parate che hanno soddisfatto il palato fine di chi ama il calcio a prescindere dal tifo per una squadra anziché un’altra.

E’ indubitabile che Neuer sia già da diversi anni il miglior portiere del mondo e che stia facendo le fortune sia della sua squadra di club, il Bayern Monaco che, ovviamente della nazionale tedesca.

Quando gioca lui in porta la sua squadra parte da un indiscutibile vantaggio: che sarà difficilissimo prendere gol.

E seppur vero che in difesa Neuer gioca sempre con altrettanti grandi campioni, va detto che quando tocca a lui le sue parate contano quasi sempre come reti segnate.

Leggi anche:  Paula Dapena, boicottato il minuto di silenzio a Maradona: "Non ho mancato di rispetto a nessuno"

Reattività straordinaria fra i pali, tempismo nelle uscite, due ottimi piedi che lo portano spesso a giocare al limite della sua area di rigore quando la squadra attacca e che quindi si può trasformare in difensore aggiunto, presa ferrea sono i suoi punti di forza unitamente ad un grande fisico che ne sancisce la qualità di leader indiscusso ed incontrastato della sua area di rigore.

A 29 anni il portierone tedesco è certamente uno dei grandi protagonisti del calcio tedesco che pure in passato ha sempre potuto contare su portieri di spessore straordinario.

Certamente gli appassionati del calcio ricorderanno su tutti il grande Sepp Maier negli anni ’70: portiere del Bayern Monaco e della nazionale tedesca per molti anni in una difesa composta da un certo Franz Beckenbauer e che noi italiani ricordiamo bene nella celeberrima sfida del 4-3 giocata nelle semifinali del mondiale messicano del 1970.

Leggi anche:  Brasileirão, 23a giornata: Atlético Mineiro al comando, Internacional e Fluminense perdono terreno

Attualmente la concorrenza nel ruolo di estremo difensore è abbastanza consistente in quanto sparsi per gli squadroni europei ci sono portieri bravissimi.

E se Gigi Buffon può essere di fatto annoverato fra i primi tre/quattro portieri più forti di sempre, anche Courtois, De Gea, Bravo e Cech meritano altissima considerazione.

Ci sarebbe da chiedersi come mai nessun portiere ha mai vinto il pallone d’oro.

E dire che la porta è stata frequentata da Yashin, Zamora, Banks, Zoff e poi ancora Buffon e Neuer : amanti delle grandi parate rassegnatevi….il pallone d’oro lo ha vinto Sammer!!!

  •   
  •  
  •  
  •