Milan, senti Kakà: “Triste per la situazione attuale della squadra”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
kakà al milanNel giorno della presentazione di Josè Sosa, acquisto che ha scatenato l’ira dei tifosi rossoneri, dagli Stati Uniti arrivano le parole di un grande ed indimenticato ex del Milan a rendere ancora più amara l’attuale situazione in casa rossonera. Ricardo Kakà,  dal 2003 al 2009 protagonista del grande Milan capace di vincere tutto quello che c’era da vincere in Italia, in Europa e nel Mondo, ha parlato della sua ex squadra alla luce delle difficoltà che hanno caratterizzato queste ultime stagioni rossonere. Il brasiliano ha manifestato tristezza nel vedere la sua ex squadra non riuscire più a competere ad altissimi livelli. Ricardo Kakà a ricordato con grande riconoscenza il periodo vissuto al Milan che ha permesso al giocatore brasiliano di diventare l’indiscusso protagonista del calcio internazionale a cavallo tra il 2003 ed il 2009. Anni, quelli, nei quali il Milan e Kakà riuscirono a vincere Scudetto, Champions League, Mondiale per Club e pure un Pallone d’Oro. Tempi d’oro per il Milan che secondo il brasiliano potrebbero comunque presto ritornare nonosante le difficoltà attuali.

Queste le parole di Ricardo Kakà ai microfoni di Omnisport News

“Ho passato dei momenti straordinari con quella maglia addosso, ho visto il Milan in cima al mondo. E vederlo in questa situazione mi rende davvero triste. È ancora un grande club, con una grande storia. Ma la storia, si sa, non scende in campo. Credo che il Milan debba capire che in questo momento hanno bisogno di una crescita graduale, gradino dopo gradino, partendo dal ritorno in Europa. Un po’ come ha fatto la Juventus, che dalla serie B è riuscita a ricostruire e centrando tutti i risultati conseguiti in questi ultimi anni, con l’ausilio di uno stadio tutto nuovo. Ma è un esempio da seguire non solo per il Milan, ma per tutte le squadre italiane. Penso che in pochi anni vedremo ancora il Milan lottare ai vertici, in Italia e in Europa. Sono sicuro che il Milan possa farcela. Montella, in questo senso, è l’uomo giusto pur non avendo un compito semplicissimo. La svolta cinese? Spero che apporteranno dei cambiamenti che possano riportare il Milan nuovamente al top”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: