Mondiale per club FIFA, ecco la moviola in campo.Kashima ai quarti, ora sfida al Mamelodi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
mondiale per club

Mondiale per club, debutta la moviola in campo

Mondiale per club, è partita in Giappone la tredicesima edizione del campionato del mondo per squadra di club, sette partecipanti per arrivare alla finale del 18 dicembre a Yokohama. Il torneo è scattato nella giornata di giovedì con il confronto tra i giapponesi del Kashima e i neozelandesi dell’Auckland City. Hanno vinto i padroni di casa per 2-1, con tutti i gol nella ripresa, oceanici in vantaggio con Kim Dae Wook, poi le reti di Akasaki e Kanazaki che hanno dato la dimensione esatta al punteggio. Il Kashima ora affronterà i sudafricani del Mamelodi nei quarti di finale, match in programma domenica prossima a Osaka. Chi vince giocherà in semifinale contro l’Atletico Nacional, squadra colombiana vincitrice dell’ultima Copa Libertadores. Nella stessa data ci sarà l’altra sfida, quella tra i coreani dello Jeonbuk e i messicani del Club America, chi passa trova il Real Madrid in semifinale.

Leggi anche:  Euro 2020, L'Italia chiude al primo posto

Ecco gli highlights di Kashima – Aukland:

Mondiale per club, arriva la moviola in campo

Grande novità per questa edizione del Mondiale per club sarà l’introduzione della VAR(video assistant referees), ovvero la moviola in campo. “E’ un grande passo avanti per quanto riguarda la tecnologia – dice Marco Van Basten, il Chief Officer del Technical Development della Fifa -. Ci sentiamo pronti, dopo aver preparato tutto con l’aiuto della Ifab, della Dentsu/NTV (che riprenderà le partite) e dell’Hawk-Eye. E’ comunque importante ricordarsi che stiamo entrando in un territorio inesplorato, visto che è la prima volta che utilizziamo dal vivo la tecnologia. I risultati ci potranno dire se il sistema è già pronto o se ci sarà bisogno di modificarlo”. La Fifa – nel comunicato ufficiale – sottolinea come i “video assistant referee:Avranno accesso immediato alle immagini del campo, per comunicare con gli arbitri e correggere “chiari errori” nel caso di situazioni decisive ai fini del risultato o comunque dell’andamento della partita. Questi includono “gol, rigori, cartellini rossi ed errori sull’identità dei giocatori”. In ogni caso, la decisione finale spetta sempre all’arbitro, come sottolinea Massimo Busacca, Capo degli arbitri Fifa: “E’ un aiuto, ma vogliamo che non vada ad interrompere la gara: l’ultima parola spetta sempre all’arbitro”.
Se andrà bene al Mondiale per Club la Fifa darà l’ok per le ulteriori prove nel 2017 nei 12 paesi confermati: oltre all’Italia ci sono Australia, Belgio, Brasile, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Messico, Olanda, Portogallo, Qatar e USA.

  •   
  •  
  •  
  •