Stefano Pioli suona la carica: “La Juve è fortissima ma non imbattibile”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

stefano pioliStefano Pioli parla a ruota libera della sua strepitosa Inter, una squadra che ha saputo letteralmente risollevare dalle ceneri dopo quella che da giornalisti e ambiente nerazzurra è stato definito il disastro De Boer, certo la gestione dell’Olandese non può definirsi idilliaca, ma neanche disastrosa come si vuole far credere, naturalmente Pioli può vantare dalla sua parte il fatto che abbia saputo rinvigorire un ambiente che era ormai demotivato, compattando un gruppo e trovando la formazione migliore per rendere al massimo.

Il tecnico interista elogia la formidabile Juventus, la squadra che ormai da diversi anni non ha assolutamente rivali nel campionato italiano fungendo letteralmente da schiaccia sassi in una Serie A che la vede ormai come unica protagonista. Anche se ne riconosci i meriti per Pioli la Juventus non è imbattibile e la sua Inter non teme nessuno in quanto le 6 vittorie consecutive hanno letteralmente ridato fiducia a un ambiente che ormai era al limite del depresso.

Leggi anche:  Ultim'ora, precipita aereo in Brasile: morti 4 giocatori e il presidente del Palmas

“La Juve è una squadra fortissima, ma non è imbattibile. Se dall’esterno sembrava che ad Appiano ci fosse confusione, io ho trovato un’organizzazione mai vista prima”. (Intervista riportata da Radio Anch’io Sport).

Stefano Pioli spezza una lancia a favore della società, spiegando che quella che dall’esterno poteva apparire come un’azienda allo sbando può vantare una ferrea organizzazione, come non si è mai vista.

Stefano Pioli non parla ancora di Champions

Nonostante il grande ottimismo il tecnico dell’Inter rimane cauto su una possibile partecipazione dei nerazzurri alla prossima Champions League:

“Stiamo vivendo un momento positivo, ma da qui a parlare di Champions ce ne passa. Dobbiamo dare il massimo ogni partita”. (Intervista riportata da Radio Anch’io Sport).

Non poteva mancare un riferimento a Simeone, designato da diversi personaggi dell’ambiente interista come il prossimo tecnico dell’Inter:

Leggi anche:  Formazioni Manchester United-Liverpool: Solskjær col turnover, Klopp allarme difesa

“Con tutta onestà e sincerità, i riferimenti al Cholo non mi hanno ferito per niente Simeone: sto allenando una big e tanti vorrebbero il mio posto. Ora ci sono io e devo rimanere sereno e determinato per fare il meglio possibile”. (Intervista riportata da Radio Anch’io Sport).

Su Messi spiega invece come la cosa, seppur bella, non può che essere irrealizzabile:

“Non bisogna prendere in giro nessuno: quando la società dice che è un sogno che non si può realizzare, è la verità. Io penso a lavorare, ad allenare il meglio per la squadra, poi con la società si penserà a fare l’Inter grande in futuro”. (Intervista riportata da Radio Anch’io Sport).

Pioli vede un futuro roseo per l’Inter con Suning

Il Gruppo Suning non può che garantire un futuro roseo per la formazione nerazzurra, in quanto ha saputo riorganizzare una squadra che non aveva più né un capo né una coda. Gli acquisti poi di Gagliardini e di Candreva non hanno fatto altro che rafforzare ancora di più una rosa che l’anno scorso a per parte della stagione dominato il campionato e arrivata comunque al quarto posto:

Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff

“La forza di questo gruppo ci responsabilizza e ci fa sentire che l’Inter ha un progetto importante, ci sprona e stimola. Gagliardini è un giovane di grandissima prospettiva e talento. Icardi è giovane, forte, fortissimo e diventerà ancora più forte. E con Candreva i rapporti sono ottimi. Abbiamo lo stesso obiettivo: dare il massimo per l’Inter”. (Intervista riportata da Radio Anch’io Sport).

  •   
  •  
  •  
  •