Esclusiva SN – Ag. Sodinha: “Impatto incredibile con il Mantova. Felipe vuole zittire le malelingue”

Pubblicato il autore: Mauro Migliavacca Segui

esclusiva

Il mercato di Gennaio si è appena concluso e uno dei colpi più importanti , suggestivi e d’impatto è stato messo a segno dal Mantova che ha riportato in Italia Felipe Sodinha. L’asso brasiliano si è presentato tirato a lucido e lontano parente del giocatore dalle doti tecniche straordinarie, ma dalla forma fisica tutt’altro che atletica visto con le maglie di Brescia e Trapani. Ci ha parlato di questa trattativa e dell’approdo nel club virgiliano,il suo agente Roberto Giacometti. Ecco le sue parole in esclusiva per noi.

1. Ci può raccontare come è nata questa trattativa?

“Avevamo allacciato contatti con diversi club in Lega Pro ad esempio con la Reggiana nella fattispecie con il ds Grammatica e con il Padova, ma in entrambi in casi le trattativa diventava molto lunga per una questione legata ai loro over.Così si è presentata l’opportunità del Mantova e l’abbiamo colta al volo. Molti erano i club interessati a Felipe, per fare dei nomi lo Sporting Lisbona l’Olhanense in Portogallo, oltre ad alcuni club nella serie A e B brasiliana, ma lui voleva tornare in Italia anche per mettere a tacere chi lo screditava. Siamo stati conquistati dal progetto che ci ha illustrato il presidente del Mantova, grande persona,coadiuvato da un grande dirigente come Signorelli, ed abbiamo scelto di legarci al sodalizio biancorosso,con un contratto fino a Giugno con opzione per la prossima stagione. Felipe, si è preparato molto bene a questa nuova avventura e a casa sua in Brasile si era allenato con Paulista e Corinthias e ha fatto alcune sedute di duro allenamento con il San Paolo calcio a 5. Domenica, potrebbe addirittura esordire con il Mantova, chiaramente non dall’inizio ma potrebbe giocare 15/20 minuti”.

2. Qual’è stata la prima impressione di Sodinha al suo arrivo al Mantova?

Leggi anche:  Inter, il Barcellona offre 55 milioni per Lautaro più un giocatore

“Impatto felicissimo. Ottimo riscontro a pelle con i tifosi; al suo arrivo nella città mantovana c’erano ad attenderlo un centinaio di tifosi, cosa mai accaduta. La figura di Felipe è molto cambiata nel corso degli anni adesso è una persona nuova, sono il suo procuratore da Settembre ma mi ha conquistato. Adesso è solo Casa, calcio e Chiesa. E’ qui con la moglie con la quale ho un patto: se dovesse sgarrare mi deve chiamare a qualsiasi ora del giorno e della notte che vado a picchiarlo (ride, ndr)”

3. Ci può raccontare un retroscena di questa trattiva?

“Al suo arrivo in Italia non lo riconosceva nessuno. Al nostro arrivo allo Star Hotel, alcuni dei più illustri ed accreditati giornalisti come Criscitiello, Di Marzio, Pedullà o Schira mi chiedevano dove fosse Felipe e poi lo avevano li di fianco e non lo riconoscevano , proprio in virtù di questo suo profondo cambiamento”.

4. Come valuta il mercato degli altri suoi assistiti?

Leggi anche:  Inter, Lukaku è ancora avvelenato: nuova frecciata ad Ibra

“Noi seguiamo molti giocatori soprattutto in Sud America, ma io in questa sessione di mercato mi sono occupato solo e soltato di Sodinha. Va detto che al momento non potevamo spostare giocatori importanti e con trattative costose come R.Branco, Facundo ecc. Per quello che rigurda il mercato della Lega Pro, credo che Parma, Modena, Cremonese e Catania abbiano fatto un mercato top. Non dimentico il Padova che ha cercato di prendere Felipe fino all’ultimo”

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: