Audero, piccoli Buffon crescono. Huntelaar, il cacciatore torna alla casa-Ajax

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
audero

Audero, piccoli Buffon crescono

Audero, dall’Indonesia al Venezia via Juventus. Ha compiuto 20 anni lo scorso gennaio e si ritrova quasi per caso titolare in serie B. Emil Audero, papà indonesiano e mamma italiana è un prodotto delle giovanili della Juventus. Dopo aver esordito la scorsa stagione in serie A con la maglia della Juventus nello scorso calciomercato è arrivato al Venezia di Pippo Inzaghi. Per le prime giornate di campionato c’era Russo in porta dei neroverdi. Poi l’estremo difensore napoletano si è infortunato gravemente al ginocchio e Audero è diventato il titolare del Venezia. 190 cm per 83 kg, fisico longilineo e grande tranquillità sia tra i pali che in uscita. Audero è da tre partite il numero 1 dei lagunari. Il giovane portiere ha subito il primo gol contro l‘Avellino lunedì scorso, dopo aver concluso imbattuto le prime due partite. Inzaghi non ha avuto dubbi al momento dell’infortunio di Russo, si è affidato subito al giovane Audero. Al Venezia è arrivato un portiere di esperienza come Gori, ma solo per fare la riserva. In Indonesia è già Audero mania. Il classe ’97 è molto seguito nella sua terra natia, dove la Juventus è molto popolare.

Leggi anche:  Roma, Mourinho potrebbe dare il benservito a tre giocatori

Giocare a 20 anni titolare in serie B in una piazza importante come Venezia è già un bel traguardo per un ragazzo giovane e ambizioso. In casa Juventus ci si sta già preparando al dopo Buffon. E’ vero che già un grande portiere come Szczezny, ma Audero sogna un giorno di difendere la porta dei bianconeri. Lo aiuterà molto giocare in un campionato difficile come quello di serie B. Lo aiuterà ancora di più avere un allenatore come Pippo Inzaghi, che di portieri ne ha battuti tanti, ma davvero tanti. Audero, presente al Venezia e futuro alla Juventus? Se dovesse accadere potrebbe diventare una specie di eroe nazionale in Indonesia.

Audero sogna di tornare alla Juventus, Huntelaar è tornato alla casa Ajax

A 34 anni ha deciso di tornare lì dove tutto era cominciato. Klaas Jan Huntelaar, il cacciatore dopo 8 anni è tornato all’Ajax. Huntelaar aveva lasciato il lancieri nel gennaio 2009, quando il Real Madrid lo acquistò per 27 milioni di euro. L’avventura in Spagna durò solo sei mesi. Nell’estate successiva arriva la chiamata del Milan. I rossoneri lo prelevano per la cifra di 15 milioni di euro. Huntelaar fatica molto in Italia, anche se poi riesce a ritagliarsi un discreto spazio. L’olandese segna anche qualche gol importante, spesso partendo dalla panchina. Memorabile una doppietta a Catania in poco più di un minuto.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

L’avventura rossonera di Huntelaar finisce ad agosto 2010. Nel Milan di Allegri arrivano Ibrahimovic e e Robinho, l’olandese viene ceduto allo Schalke 04 per 14 milioni di euro. In Germania Huntelaar resta per sette stagioni, 239 presenze e 126 gol il suo score con la maglia blu dello Schalke. Amatissimo dalla tifoseria, Huntelaar resta nel giro della nazionale olandese con la quale colleziona 76 presenze e 42 gol. Giunto alla scadenza di contratto con lo Schalke il cacciatore di Drempt sceglie di tornare all’Ajax. Il primo amore non si scorda mai, sopratutto se è la mitica maglia dei Lancieri.

  •   
  •  
  •  
  •