Corea del Sud-Colombia, gesto razzista di Cardona (VIDEO)

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Gesto razzista di Cardona nella gara amichevole di oggi tra Corea del Sud e Colombia: la Fifa potrebbe aprire un’inchiesta

gesto razzista di Cardona

Arriva dall’estremo Oriente uno dei più raccapriccianti atti di razzismo verificatisi su un campo di calcio.
A Suwon, in Corea del Sud, alle ore 12.00 italiane era in programma un’amichevole tra la locale Nazionale e la Colombia. Per la cronaca, il match è terminato clamorosamente 2-1 per i coreani, con doppietta di Son e rete colombiana di Zapata.

IL GESTO RAZZISTA DI CARDONA – Tuttavia questa gara verrà ricordata dalla grande bufera mediatica scatenatasi su Edwin Cardona, trequartista del Boca Junior e della nazionale sudamericana. Nella fattispecie, il giocatore colombiano si è reso protagonista di un eclatante gesto razzista: in particolare, in seguito ad una lite scoppiata per un fallo commesso da James Rodriguez su Kim Jin-su, Cardona ha irriso gli avversari facendo chiaramente e senza censure glia mo’ di sfotto nei confronti dei coreani appunto, come è possibile vedere nel video di seguito:

Leggi anche:  Coppa Sudamericana: storica affermazione del Defensa y Justicia

Il commissario tecnico della Colombia, José Pekerman, ha subito dribblato le domande dei giornalisti, limitandosi a dire lo stretto necessario: “Sinceramente non ho visto il gesto, per cui non posso commentarlo – afferma il c.t. – È stata una partita molto fisica, queste cose possono succedere“.

Nel frattempo la Fifa dovrebbe aprire un fascicolo d’inchiesta per analizzare il gesto: se venisse qualificato come atto di razzismo tout court, non si escludono diverse giornate di squalifica per Cardona, oltreché una probabile ammenda per la Federazione colombiana.

Ad ogni modo resta un gesto davvero deplorevole, che deve far riflettere. A nulla valgono i continui proclami, specie in ambito internazionale, sul “rispetto degli avversari”: le toppe applicate sulle maglie di calciatori e arbitri nelle competizioni mondiali sembrano non scalfire l’animo e l’umanità degli atleti.

Leggi anche:  Pagelle Juventus - Bologna 2-0: centrocampo rivitalizzato, il Bologna fa troppo poco

Quello di Cardona è solo l’ultimo dei tanti cattivi esempi che giorno dopo giorno si verificano sui campi di calcio: uno sport che ha nella sua indole la sana aspirazione all’aggregazione sociale e culturale che, in certi contesti, come in quelli internazionali, si fonde come espressione alta di comunione tra diversi popoli ed etnie.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: