Milan, Kakà non diventerà dirigente. Il brasiliano a un passo da un club cinese

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Kakà

Kakà, il brasiliano ancora al Milan in futuro?

Milan, Kakà verso la Cina. Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. I giri di Ricardo Kakà sulla strada del secondo ritorno al Milan non  sono ancora finiti. Il brasiliano, in visita nei giorni scorsi a Casa Milan, è vicino ai cinesi del Guizhou. Nella sua tappa milanese Kakà ha parlato con alcuni rappresentanti del club cinese. Un incontro conoscitivo tra le parti, che è servito per capire i margini di trattativa. A quanto pare il contatto è stato positivo. In prima fila a volere Kakà in Cina la giovane presidente del Guizhou. Il suo nome è Wen Xiaoting, 26 anni, figlia del presidente della Zhicheng Enterprise Group Investment. Nonostante la giovane età, è a capo di un club di calcio. Il Guizou è allenato dallo spagnolo Gregorio Manzano, che nell’ultimo campionato cinese si è classificato a metà classifica in ottava posizione. Non male per una squadra neo-promossa.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Inter-Milan: streaming e diretta tv

Wen Xiaoting (che ha studiato moda in Inghilterra) era già stata in Italia lo scorso agosto, quando aveva visitato Casa Milan, lo stadio di San Siro vedendo la partita contro il Cagliari, Milanello e il centro sportivo Vismara. Filippo Galli l’aveva guidata alla scoperta del centro sportivo rossonero. Ora Wen Xiaoting coltiva il sogno di portare Kakà nella China Super League. Il brasiliano a 35 anni si sente ancora un calciatore, i milioni cinesi potrebbero convincerlo a giocare ancora per un po’. Il Milan può aspettare.

Kakà-Milan, quale ruolo per il brasiliano?

Il Milan e Kakà si riabbracceranno. L’incontro tra il brasiliano e Marco Fassone a Casa Milan ha tracciato la via per un altro ritorno a Milanello dell’ex Pallone d’Oro. Kakà al Milan potrebbe ricoprire il ruolo che fu di Leonardo. Un uomo che setacci il calcio brasiliano alla ricerca di talenti. Anche perché negli ultimi tempi il Milan ha un po’ abbandonato il mercato brasiliano. La storia rossonera è ricca di grandi campioni che arrivavano dal Brasile, come Kakà. Fu proprio Leonardo a portare l’allora 21enne Ricardo al Milan. Così come per Pato e Thiago Silva. Tutti giocatori che hanno avuto una parte centrale nelle ultime versioni vincenti rossonere.

Leggi anche:  Milan, Pioli: "Cerchiamo di arrivare in finale. In dubbio Tonali e Mandzukic"

Un ruolo quindi importante nel Milan, non solo uomo immagine. Kakà ha giocato in Brasile, Italia, Spagna, Usa e ora forse Cina. Un cittadino del mondo che potrebbe fare comodo ai rossoneri per tornare in alto. Un pizzico di talento verdeoro fa sempre comodo. Nella squadra di Montella manca un po’ di talento ed estro tutto sudamericano. Non è un caso se la Selecao si presenta tra le grandi favorite a ogni mondiale. Kakà dunque potrebbe essere un uomo chiave nel futuro del Milan come lo è stato nel passato. I tempi non sono ancora maturi. Ricardo vuole ancora giocare, guadagnare tanto e segnare ancora qualche gol. Poi si troverà il modo per tornare ad essere utile al Milan, la seconda casa di Kakà.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: