Seedorf riparte dal Brasile, l’ex Inter e Milan è il nuovo allenatore dell’Atletico Paranaense

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Seedorf riparte dal Brasile.
Un olandese come lui è cittadino di ogni cielo. Olanda, Spagna, Italia e Brasile da calciatore, ancora Italia e anche Cina da allenatore. Ora Clarence Seedorf ricomincia dalla terra del samba. Non c’è ancora l’annuncio ufficiale, ma l’ex Milan e Inter è il nuovo allenatore dell’Atletico Paranaense. L’olandese ex Milan (sia come calciatore sia cometecnico), sposato con una brasiliana e attualmente residente aRio nel quartiere bene di Leblon, si trova già a Curitiba doveil presidente dell’Atletico Mario Celso Petraglia vuole fare di lui “un autentico manager all’inglese”. Si occuperà quindi anche della under 23 (che giocherà il campionato regionale) e avrà l’ultima parola sulle operazioni di mercato, “un po’ come faceva- ha spiegato Petraglia – Sir Alex Ferguson nel ManchesterUnited”. Quella in Brasile sarà la terza esperienza di Seedorf da tecnico, dopo quelle al Milan nel 2015 e in Cina nello Shenzhen nel 2016, durate rispettivamente cinque e sei mesi.

Leggi anche:  Esame farsa Suarez, Ziliani duro: "In un paese serio Paratici sarebbe squalificato a lungo e la Juventus sanzionata"

Esperienze piuttosto deludenti entrambe, concluse tutte e due con un esonero. Seedorf è stato uno dei più grandi centrocampisti che si siano visti nel calcio mondiale. Uno che da giocatore ha vinto la Champions League con tre maglie diverse. Da allenatore Seedorf ha faticato invece a imporsi fino ad ora, ma il Brasile potrebbe essere un ottima possibilità di rilancio per la sua carriera da mister. Il Brasilerao è un campionato sempre pieno di talenti e che fornisce tante squadre alla Copa Libertadores. Vedremo se Seedorf riuscirà anche da allenatore ad alzare tanti trofei internazionali, come ha già fatto da giocatore.

Seedorf, dopo il Milan è arrivato il momento di spiccare il volo

Nel gennaio 2014 sbarcò al Milan come il salvatore della patria. Clarence Seedorf subentrò all’esonerato Massimiliano Allegri. L’ex fantasista fu fortemente voluto dal presidente Silvio Berlusconi. In rossonero l’olandese non fece male a livello di punti, ma l’ambiente di Milanello lo risputò come si fa con un boccone indigesto. Seedorf avrebbe voluto una profonda rivoluzione della rosa e dello staff tecnico milanista. Stam e Crespo erano pronti a fargli da vice, un po’ come succede nel football americano. Negli Usa c’è chi cura l’attacco e chi la difesa, infine c’è il capo allenatore che coordina il tutto. Un’idea forse troppo futuribile che per il visionario Clarence.

Leggi anche:  Miranchuk, l'uomo degli esordi col botto. Prime tre apparizioni, tre goal

Dopo l’esonero al Milan è arrivata la chiamata dalla Cina. Neanche lì Seedorf è riuscito ad avere buoni risultati, un’avventura forse troppo ai limiti delle sue possibilità. Ora arriva la chiamata dell’Atletico Paranaense, in una realtà che Seedorf conosce decisamente meglio. L’olandese ha concluso la carriera da giocatore nel Botafogo, quindi il Brasile calcistico potrebbe essere un ambiente decisamente più propizio per lui. Non resta che aspettare quali traguardi riuscirà ad ottenere nel paese dove il calcio è una religione. Poi magari lo rivedremo in Europa, la terra dove il professor Clarence ha dato lezioni di calcio memorabili con il pallone tra i piedi.

  •   
  •  
  •  
  •