Albertazzi, l’ex Milan batte il Verona e si svincola

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
albertazzi

Albertazzi, l’ex Milan batte il Verona in tribunale

Albertazzi vince la causa con il Verona e si svincola. Una liberazione, una vera e propria liberazione. Michelangelo Albertazzi è un giocatore libero. L’ex terzino del Milan ha vinto la causa contro quella che è stata la sua squadra gfino a pochi giorni fa, il Verona. Reduce da un brutto infortunio che nel 2016 l’ha costretto a saltare la stagione, il difensore si è trovato al centro di una vicenda che l’ha visto andare al muro contro muro con il suo club, il Verona. Un vero e proprio muro contro muro iniziato lo scorso luglio, quando non è stato convocato dagli scaligeri per il ritiro precampionato. Una mancata chiamata per una presunta non idoneità del calciatore, nonostante lo stesso Albertazzi avesse presentato un regolare certificato medico in suo favore. Il giocatore allora, ha deciso di rivolgersi al Collegio Arbitrale il quale, a fine settembre, si è pronunciato stabilendo il reintegro in prima squadra, il diritto a partecipare agli allenamenti ed una condanna del Verona al risarcimento di circa 57mila euro.

Albertazzi, la conclusione della vicenda con il Verona

Albertazzi è stato si reintegrato, ma a lui era stato riservato uno spogliatoio a parte. Non solo all’ex Milan era stato vietato di pranzare e cenare insieme ai suoi compagni e anche di partecipare alle riunioni tecniche. Il giocatore si è visto costretto, tramite il suo avvocato Mattia Grassani a ricorrere nuovamente al Collegio Arbitrale. Albertazzi ha vinto di nuovo. Decisiva per la vittoria della contesa giudiziaria una frase del direttore sportivo Filippo Fusco:”Gli allenamenti li gestiamo noi, non partecipi ai ritiri, non partecipi alle riunioni tecniche, alle colazioni, ai pranzi, noi siamo qua, vedi quello che vuoi fare, questa è la storia”. Frase pronunciata lo scorso 6 ottobre, registrata da Albertazzi, così come tutto il resto della conversazione. Il Verona quindi dovrà risarcire il giocatore con 144 mila euro di indennizzo, in pratica l’ingaggio fino alla conclusione naturale del contratto con i gialloblu, e concedergli lo svincolo gratuito. La vita calcistica di Albertazzi può finalmente ricominciare. Un milanista che vince contro il Verona poi è sempre un evento.

Albertazzi, classe 1991, aveva esordito giovanissimo nel Milan. Era stato Leonardo nella stagione 2009/2010 a concedergli l’onore della prima squadra. Ma il ragazzo poi non ha mai mantenuto le promesse che aveva nelle giovanili. Getafe in Spagna, Varese e Verona le tappe successive della sua carriera. Tra due giorni compirà 27 anni, una nuova vita calcistica non poteva essere il miglior regalo per Michelangelo.

  •   
  •  
  •  
  •