Vwin, il Milan “scommette” in Cina

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
vwin

VWin-Milan, ufficiale la partner commerciale

Vwin, ufficiale l’accordo con i rossoneri. AC Milan annuncia ufficialmente la partnership pluriennale con Vwin, top brand in Asia di scommesse online. Vwin diventa il primo Official Regional Partner del Milan e lavorerà con il Club rossonero nei paesi asiatici per attivare campagne marketing personalizzate. La partnership sarà, inoltre, sviluppata attraverso diversi strumenti strategici per raggiungere assieme traguardi importanti. Tra questi l’utilizzo del brand e dell’immagine del Milan per promuovere i servizi di Vwin, opportunità di visibilità sui media digitali e altre attivazioni dedicate al mercato asiatico. Vwin è uno dei brand più promettenti del gruppo Wilshire Worldwide, è stata fondata nel 2013 ed è oggi uno dei top brand di scommesse in Asia, dove fornisce diversi servizi di betting online.

Mister Eric, COO di Vwin ha commentato con soddisfazione la partnership con il Milan:“Siamo entusiasti di collaborare con il Milan. Sono assolutamente certo che sarà un successo per entrambi. Non vediamo l’ora di vivere insieme il futuro che ci attende”.  Lorenzo Giorgetti, Chief Commercial Officer milanista ha così commentato l’ufficialità del nuovo partner:“Siamo orgogliosi di accogliere Vwin, leader nel settore delle scommesse online nel territorio asiatico, nella famiglia dei partner del Milan. Vwin è il nostro primo Regional Partner in Asia, questo accordo rappresenta per il Club un primo e importante passo per lo sviluppo commerciale in questo mercato chiave”.

Vwin, il Milan aumenta la sua visibilità in Cina

Da anni il Milan è uno dei club di calcio più conosciuti in Oriente. Da quando Baresi e compagni conquistavano le Coppe Intercontinentali in Giappone fino all’acquisizione di Yonghong Li nell’aprile 2017. Un’operazione che è stata epocale e che certamente avrà degli intoppi fisiologici. Marco Fassone lavora da mesi senza sosta su più fronti per far decollare il progetto del Milan cinese. L’amministratore delegato del Milan è molto apprezzato dalla proprietà cinese e sta mettendo a posto tutto i pezzi del mosaico rossonero. Il no della UEFA al Voluntary Agreement, proposto dal Milan, era atteso e quasi scontato.

Ci saranno delle limitazioni per la prossima stagione, ma lo sforzo economico fatto dalla nuova proprietà è più che apprezzabile. La partnership con VWin è solo l’ultimo passo verso il mercato cinese, fondamentale per il marchio Milan. Il parco giocatori rossonero ha acquistato valore negli ultimi mesi. Donnarumma, Suso e Cutrone sono stati blindati da contratti lunghi. Chi li vorrà dovrà spendere tanti, ma tanti milioni per portarlo via da Milanello. Gli altri hanno il girone di ritorno per rifarsi. Ma se anche Andrè Silva, poco positivo fino ad ora è sul taccuino dei grandi club europei qualcosa vorrà pur dire. Gattuso vuole recuperare il portoghese così come ha fatto con Biglia e Calhanoglu. Il Milan  sa che senza Champions League il prossimo mercato estivo non potrà essere scintillante come quello passato. La rosa dovrà essere valorizzata al massimo, per poter anche autofinanziarsi in caso di necessità. Il 2018 è un anno molto importante per il Milan, i rossoneri “scommettono” su sé stessi. Il rischio c’è, anche alto. Ma d’altronde chi non risica non rosica.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: