Calcioscommesse, Armando Izzo rinviato a giudizio nel processo penale

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
CROTONE, ITALY - NOVEMBER 19: Luca Rigoni (C) of Genoa celebrates after scoring his team's opening goal during the Serie A match between FC Crotone and Genoa CFC at Stadio Comunale Ezio Scida on November 19, 2017 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Armando Izzo, continua l’incubo del calcioscommesse. Non è ancora finita. Dopo aver scontato la squalifica per conto della giustizia sportiva, Armando Izzo deve adesso far fronte alla giustizia ordinaria. per la vicenda relativa alle presunte combine di due partite risalente ai tempi in cui militava nell’Avellino. Il gup del Tribunale di Napoli, Marcello De Chiara, ha infatti accolto le richieste del pm della Dda partenopea Maurizio De Marco  chiedendo il rinvio a giudizio per Izzo e per due presunti esponenti della camorra. Il difensore rossoblù dovrà presentarsi domani presso il palazzo di giustizia del capoluogo campano. Izzo, assieme ad altri due compagni dell’epoca Francesco Millesi e Luca Pini peraltro già giudicati con il rito abbreviato e condannati rispettivamente a 1 e 3 anni e mezzo di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa, secondo gli inquirenti avrebbe partecipato al tentativo di alterare due risultati del campionato di Serie B della stagione 2013-2014.

Leggi anche:  Cluj-Roma, Fonseca: "La nostra missione è vincere"

Armando Izzo, attualmente infortunato, quindi non ha ancora messo la parola fine a questa annosa vicenda. Un lungo incubo per il difensore napoletano che spera di mettersi presto alle spalle questa storia. Il Genoa sta vivendo l’ennesima stagione difficile, anche se la salvezza non è poi così lontana. Izzo sta partecipando a corrente alternata alla missione possibile di Davide Ballardini. Prima di tutto l’ex Avellino deve superare i problemi fisici, poi dovrà difendersi anche da quelli con la giustizia. Per poi tornare ad essere un calciatore a tutti gli effetti.

Armando Izzo, mettersi il calcioscommesse alle spalle per puntare di nuovo alla Nazionale

Questa spiacevole vicenda del calcioscommesse ha rallentato non poco la crescita professionale di Armando Izzo. L’ex difensore dell’Avellino ha appena compiuto 26 anni ed è uno dei punti di forza del Genoa. Izzo, durante la gestione Ventura, era anche entrato nel giro azzurro. Un difensore poliedrico come lui può tornare sempre utile. Anche a squadre più importanti del Genoa. In passato Roma e Milan avevano pensato a lui. Tutto poi fermato dal caso del calcioscommesse che lo ha coinvolto suo malgrado.

Leggi anche:  Cruciani duro sulla morte di Maradona: "Non si può piangere per un cocainomane"

Una volta chiusa questa vicenda Armando Izzo potrà definitivamente spiccare il volo. Il Genoa resta un club molto glorioso, ma le ambizioni rossoblu non vanno oltre un’onesta salvezza. In un’epoca in cui i difensore affidabili sono sempre più merce rara, uno come Izzo può diventare un pezzo pregiato del prossimo calciomercato. Recuperare la piena efficienza fisica, chiudere la battaglia legale con la giustizia e diventare uno dei migliori difensori in Italia. Questa la triplice missione per Armando Izzo da Napoli. Uno che ha giocato tutta la vita in difesa e che non vede l’ora di poter andare all’attacco. Del grande calcio.

  •   
  •  
  •  
  •