Milan, in arrivo i soldi di Yonghong Li. Fassone:”Dateci tempo, i risultati arriveranno”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
BERGAMO, ITALY - MAY 13: AC Milan CEO Marco Fassone looks on before the Serie A match between Atalanta BC and AC Milan at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on May 13, 2017 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images © scelta da SuperNews)

Milan, 10 milioni in arrivo dalla Cina. Dopo le voci, i fatti. Secondo quanto risulta a MilanNews.it, a Casa Milan c’è ottimismo sull’accredito della tranche e la visione dei soldi dovrebbe avvenire nelle prossime ore. I restanti 27,4 milioni, per un totale di 37,4 milioni su un totale chiamabile di 60 milioni potranno arrivare entro il 30 giugno secondo le modalità che il CdA riterrà più opportune. Ore di attesa dunque per capire se Yonghong Li risponderà con i fatti, anzi con i soldi, alle tante illazioni di questi giorni sugli affari rossoneri. Sereno Marco Fassone:”Il futuro del Milan è roseo. I risultati sportivi ed extracampo arriveranno, ci vuole pazienza”. Che è sempre la virtù dei forti.

Milan, chi è l’americano interessato ai rossoneri

Milan, anche un americano interessato ai rossoneri. L’era cinese sembra stia davvero già per finire a Milanello. L’ormai famoso bonifico da 10 milioni di euro, prima tranche dall’aumento di capitale di 37,4 milioni, non è ancora arrivato. Yonghong Li non ha fatto ancora sapere se accetterebbe un ulteriore prestito da Elliott. Gli americani intanto non restano con le mani in mano. Il fondo, che ha investito 303 milioni di euro nell’operazione-Milan, sta già allacciando dei contatti per possibili futuri proprietari. Si tenga sempre presente che Elliott non vuole essere il padrone del Milan, ma ci tiene a salvaguardare il suo investimento. Nelle ultime ore si parla di un interessamento di Stephen M. Ross, 78enne proprietario dei Miami Dolphins.

Leggi anche:  Juve-Spezia. I numeri della squadra di Vincenzo Italiano

E’ un uomo d’affari con un patrimonio stimato in 7,4 miliardi di dollari che ha fatto fortuna nel settore immobiliare grazie alla sua società, la Related Companies, fondata nel 1972. La sua passione per lo sport è storica, quella per il calcio più recente ma già evidentemente importante se si considera che a lui si deve la creazione e il lancio, nel 2013, dell’International Champions Cup (la famosa ICC),  Giusto per dare una misura della sua attenzione al calcio, si consideri che l’investimento di Ross nel torneo è stato di un centinaio di milioni. Le pretendenti cominciano ad aumentare per il Milan. Dopo Usmanov e Al Falasi, ecco Ross. Ma prima bisogna fare sempre i conti con Yonghong Li. Oggi, fino a prova contraria, è lui il proprietario della nave rossonera.

Leggi anche:  Coppa del Re, dove vedere Barcellona-Siviglia: streaming e diretta tv in chiaro?

Milan, giorni decisivi per Yonghong Li

10 milioni di euro entro il 31 marzo, altri 27,4 prima della fine di giugno. Solo così Yonghong Li potrà rafforzare la sua posizione all’interno del Milan. In più il presidente rossonero dovrà restituire il prestito di 303 milioni a Elliott entro ottobre 2018. Numeri e scadenze che si fanno sempre più pressanti. Il bonifico della prima tranche dell’aumento di capitale non è ancora giunto nelle casse di via Aldo Rossi. Fassone attende, ma con occhi e orecchie già puntati verso gli Stati Uniti. Elliott ha già dato la sua disponibilità a prestare i soldi per l’aumento di capitale.

In quel caso la posizione di Yonghong Li ne uscirebbe ancora più indebolita. Le voci aumentano, anche a livello internazionale. “Il Milan è in vendita”, questo circola negli ambienti della finanza europea e internazionali. Voci che si spera non destabilizzino la squadra di Rino Gattuso. I rossoneri sono attesi da un doppio impegno ravvicinato da far tremare i polsi. Sabato 31 marzo c’è da giocare contro la Juventus a Torino, poi il 4 aprile ci sarà il derby con l‘Inter. E’ chiaro che una situazione più delineata a livello societario farebbe solo che bene a Bonucci e compagni. L’ambiente Milan ha sempre sostenuto e difeso Yonghong Li. I giocatori acquistati sono stati regolarmente pagati, così come gli stipendi arrivano puntuali. Anzi, anche in anticipo. Vedremo se il presidente rossonero riuscirà  a festeggiare il primo compleanno da proprietario del Milan. Il 13 aprile sarà passato un anno dallo storico passaggio di consegne tra Fininvest e i cinesi. Allora la situazione sarà già più chiara. Almeno è quello che ci si augura.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: