Napoli, Cruciani difende Sarri: “Frase sessista? Non ha detto niente di male”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

(Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews )

Ieri sera a Tiki Taka, programma in onda su Italia 1 condotto da Pierluigi Pardo, a tenere banco è stata la frase pronunciata in conferenza stampa dal tecnico del Napoli nei confronti di Titti Improta, giornalista dell’emittente campana Canale 21. Sarri in maniera poco elegante aveva risposto così alla giornalsita che gli chiedeva se considerasse compromessa la corsa scudetto dopo il pareggio ottenuto contro l’Inter: “Sei donna, sei carina per questo non ti mando a fan….“. Così ieri sera nel corso della trasmissione Titti Improta è intervenuta per discutere su quanto accaduto, volendo sottolineare l’imbarazzo mostrato da Sarri subito dopo la conferenza quando si è diretto da lei per porgerle le scuse: “Subito dopo la conferenza il capo alla comunicazione del Napoli mi ha convocato, Sarri ancora sorridente mi ha chiesto se fossi permalosa. Gli ho detto che non lo sono ma che non doveva permettersi di rispondere in quel modo. A quel punto sia Nicola Lombardo che Sarri si sono scusati nei miei confronti. Lombardo era lì e sorriso cosi come altri colleghi in sala stampa, ed hanno ammesso di aver sbagliato. Sarri mi è sembrato davvero imbarazzato, mi ha fatto tenerezza ma mi è anche piaciuto perché ha capito il suo errore. C’è una stata una cattiva comunicazione, è diseducato alla comunicazione”.

Pronta è stata la risposta del conduttore del programma radiofonico “La Zanzara“, Giuseppe Cruciani, il quale ha voluto difendere il comportamento assunto dall’allenatore del Napoli, dicendo: “Difendo Sarri al 100%. Non possiamo pretendere che gli allenatori siano dei robot, era nervoso per la partita. Il sessismo non esiste e non credo nemmeno che ci sia un’offesa nei confronti della donna. Al limite si dovrebbero offendere le donne brutte. Non ha detto niente di male, non ha preso il forcone in mano e l’ha inseguita per la sala stampa”.

Infine in merito alla possibilità che il tecnico del Napoli venga considerato un sessista, Titti Improta, ha voluto fare una precisazione: “L’equivoco si è creato nella premessa. Ci tengo a precisare una cosa, se mi chiedete se Sarri sia sessista oppure omofobo, io dico no! E’ stata un’uscita maleducata, usando termini inappropriati”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Maradona e quel rifiuto alla Juventus: "Non posso fare questo affronto ai napoletani"