Roma, guida ai sorteggi di Champions. Juve sì o no?

Pubblicato il autore: Federico Roberti Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Roma, guida ai sorteggi di Champions tra Siviglia, Bayern, Juve e Salah.

10 anni dopo la Roma è tornata nel mondo dei grandi. La vittoria per 1-0 ai danni dello Shakhtar Donetsk è valsa l’accesso ai quarti di finale di Champions League esattamente una decade dopo l’ultima volta.
Oltre ad un importante profitto a livello economico, il passaggio ai quarti ha portato la squadra giallorossa nell’Olimpo delle 8 squadre più forti d’Europa. Completano l’ottetto il Real Madrid, il Liverpool, il Manchester City, il Bayern Monaco, il Siviglia, il Barcellona e la Juventus.
Il sorteggio che vedrà accoppiate a due a due le squadre darà i suoi verdetti venerdì mattina, quando dalle urne di Nyon si deciderà il futuro delle magnifiche otto.
Quale può essere la migliore opzione per continuare questo magnifico percorso?
Ecco a voi la guida ai quarti di Champions per la squadra capitolina.
Partiamo dal Real Madrid, vecchia conoscenza europea della Roma tra gioie e dolori, che grazie alla doppia vittoria contro il temibile Paris Saint Germain si ritrova, come di consueto, nella fase calda della competizione. Sui Blancos ci sono ben poche cose da dire: 12 Champions vinte, di cui l’ultima l’anno scorso, giocatori come Modric, Kroos e Ronaldo in rosa e lo stadio Bernabeu. Insomma, meglio evitare!
Discorso diverso invece per il Liverpool, forte della vittoria ai danni del Porto per 5-0 tra andata e ritorno(gol fatti tutti nel primo match) . I Reds quest’anno stanno stupendo sia in campionato che per l’appunto in coppa. La difesa non è delle più solide, ma l’attacco composto da Manè, Firmino e soprattutto l’ex Salah fa paura. L’egiziano, acquistato dagli inglesi quest’estate per 42 milioni dalla Roma, finora ha siglato 24 reti in campionato, 6 in Champions e 1 in Fa Cup. Numeri strabilianti per un’ala offensiva, ormai grande rimpianto romanista. Tra difesa ballerina e attacco stellare, il Liverpool si dimostra un’ottima squadra, ma affrontarla ai quarti non sarebbe una missione impossibile. Occhio al gol dell’ex.
Il Manchester City, questa stagione, è semplicemente una macchina perfetta. Il gioco espresso dagli uomini di Guardiola rasenta la perfezione e i 16 punti di vantaggio in campionato sulla seconda classificata la dicono lunga.
20 gol subiti e 85 segnati in Premier . Organizzati dietro, sopraffini in mezzo al campo e spietati in attacco. Evitare Aguero, Sterling, David Silva, De Bruyne e Sané potrebbe rivelarsi più che positivo.
Se a Roma dici Bayern Monaco dici grandi serate europee. Di sicuro le 7 reti subite in casa nel 2014 contro i bavaresi bruciano ancora nel subconscio dei tifosi romanisti, che però ricordano altrettanto bene la vittoria all’Olimpico del 2010, quando la squadra al tempo allenata da Ranieri era stata in grado di ribaltare il risultato da 2-0 a 3-2, segnando due gol nei minuti finali. Con lo scudetto ormai in tasca, tutta l’attenzione dei tedeschi sarà riservata ai 180 minuti che porteranno alle semifinali. Meglio scampare il pericolo germanico.
E’ ben accetto invece il Siviglia. Non ce ne voglia l'”aeroplanino” Montella, ma la squadra andalusa è sicuramente, almeno sulla carta, la più abbordabile. La vittoria inaspettata ad Old Trafford contro il Manchester United ha catapultato gli spagnoli ai quarti di finale. Inutile dire come siano considerati la preda più facile e tenera da domare, ma occhio a prendere sottogamba l’impegno, perché in Champions non scherza nessuno. Tanto meno Montella.
Immancabile la presenza di Messi ai quarti, che assieme al suo Barcellona ha eliminato il Chelsea agli ottavi e si presenta a Nyon con alle spalle l’infinita tradizione europea. Non sarà il Barca più forte degli ultimi anni, ma i blaugrana partono sempre con il vento ampiamente in poppa. Se dovessero essere loro gli sfidanti ai quarti della Roma, servirebbe un’impresa. Come per esempio un gol da centrocampo(se non l’hai visto recupera il gol storico di Florenzi contro gli spagnoli di due anni e mezzo fa).
No, non me ne sono dimenticato, come potrei? La Juventus sarebbe senza ombra di dubbio lo scontro più accattivante che possa mai capitare. La rivalità storica tra Roma e Juve potrebbe finalmente estendersi ai confini europei. Le due finali disputate e poi perse negli ultimi tre anni dai bianconeri sono un campanello d’allarme massimo.
Ma vuoi mettere un quarto di finale Roma-Juventus?  Un sogno impagabile.

Leggi anche:  Napoli-Milan 1-3: i rossoneri espugnano il San Paolo. Doppietta di Ibra
  •   
  •  
  •  
  •