Ceccarini: “Iuliano-Ronaldo? Era fallo per la Juventus”. L’ex bianconero:”Ero fermo”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Ceccarini, anche Iuliano si schiera con l’ex arbitro. A dare man forte alle ragioni di Ceccarini ci ha pensato Mark Iuliano. L’ex difensore della Juventus ha dichiarato alla Rmc Sport:”Dopo 30 secondi ci hanno assegnato un rigore e in quel momento è scattato il terremoto – ricorda l’ex difensore bianconero – . Ronaldo era troppo veloce, io ero fermo e mi sono trovato davanti a lui. Col senno di poi sarebbe stato meglio fischiare il fallo per noi e respirare, per poi tornare a giocare. Questo tipo di partite si accendono con un minimo episodio”. Opinione rispettabile, ma nel calcio il fallo di sfondamento non esiste. Tanto per ricordarlo, anche 20 anni dopo. 

Ceccarini-Pistocchi, polemica social. Sono passati 20 anni ma di quel Juventus-Inter si continua a parlare come se si fosse giocata ieri. La partita, giocata nel vecchio Delle Alpi, fu vinta dai bianconeri di Marcello Lippi che blindarono così lo scudetto di quella stagione. Ma più del gol decisivo di Del Piero la memoria va a al contatto tra Ronaldo e Mark Iuliano, che fu giudicata non meritevole dell’assegnazione del rigore dall’arbitro Ceccarini. L’arbitro della famosa sfida tra Juventus e Inter del 1998, con il presunto rigore non fischiato ai danni di Ronaldo per fallo di Mark Iuliano: “Il mio errore? Dovevo fischiare fallo per la Juve“. Parole che hanno suscitato le reazione di Maurizio Pistocchi, da tempo impegnato in una sorte di guerra santa contro i bianconeri.

Ceccarini-Pistocchi, Inter-Juventus è già cominciata

Il giornalista e opinionista ha espresso su Twitter la sua disapprovazione nei confronti delle parole di Ceccarini. Pistocchi cita Primo Levi:”Ceccarini? Se questo è un uomo”. Una polemica che sicuramente continuerà a far discutere ancora per tanto tempo. Nonostante siano passati tanti anni la rivalità Juventus-Inter di quegli anni viene spesso a galla. I protagonisti non mancano di ricordare quanto accaduto in quegli anni. Il tutto sfociò poi in Calciopoli, dove Luciano Moggi finì al centro della bufera. Pistocchi continua la sua personale battaglia contro la Juventus, certo le parole di Ceccarini sono un assist perfetto per il giornalista.

Il tutto a poco più di tre settimane da Inter-Juventus, una partita che non è mai stata banale. Da Iuliano-Ronaldo fino al 5 maggio 2002 passando per Calciopoli e il passaggio di Ibrahimovic in nerazzurro. I fantasmi di un passato difficile da cancellare tornano spesso a manifestarsi. In questo particolare momento storico del calcio italiano sarebbe meglio archiviare il passato e pensare al futuro. Difficile in un paese che dai tempi dei Guelfi e Ghibellini ama sempre dividersi in fazioni. Inter-Juventus è  già cominciata.

  •   
  •  
  •  
  •