Lotta Champions: la Lazio vola; Roma, Inter e Milan no

Pubblicato il autore: Federico Roberti Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Avvincente.
E’ questo l’aggettivo più corretto che si possa utilizzare per descrivere la lotta per la Champions League del prossimo anno.
A parte le oramai scontate Juventus e Napoli impegnate nella corsa a ritmi serrati per lo scudetto, dietro(ma tanto dietro) di loro, si combatte con ogni arma possibile per riuscire ad arrivare tra le prime quattro posizioni: risultato che vorrebbe dire qualificazione diretta alla fase a gironi della Champions League 2018-2019.
Roma, Lazio, Inter e Milan sono le squadre prescelte per rivestire quelle due posizioni rimaste.
Quattro grandi squadre per due soli posti.
Appunto, una lotta avvincente.
Partiamo dalla Roma, che al momento detiene il terzo posto in classifica a pari merito con la Lazio a quota 60 punti.
La formazione di Di Francesco però è sopra ai cugini biancocelesti in graduatoria in quanto il derby d’andata è stato vinto 2-1 grazie ai gol di Perotti e Nainggolan per la Roma e del solo Immobile per la Lazio.
Ecco, il derby.
La partita più sentita dell’anno per le due squadre romane andrà in onda proprio questa domenica alle 20:45 allo Stadio Olimpico.
Le due situazioni sono opposte: la Roma è in piena crisi di gioco e di risultati a seguito del pareggio col Bologna per 1-1, la sconfitta contro il Barcellona per 1-4 e la disfatta contro la Fiorentina per 2-0. I pali, i gol sbagliati e le reti subite con costanza sono tutti sintomi di un gioco di squadra che latita e non poco. Di Francesco fatica ad imprimere alla squadra una continuità di risultati tale da permettere alla Roma di tenere a bada le pretendenti alla Champions.
A proposito di Champions, stasera c’è Roma-Barcellona. Difficile, difficilissimo pensare a una rimonta.
Lazio che invece arriverà al derby con più euforia che mai: la vittoria contro l’Udinese per 2-1, quella precedente contro il Salisburgo in Europa League 4-2 ed ancora contro il Benevento per 6-2, garantisce ai laziali una posizione privilegiata in campionato, oltre che un piede alle semifinali di Europa League.
E’ compito di mister Inzaghi ora gestire con intelligenza le forze nella trasferta di Salisburgo per il ritorno di giovedì per ottenere il massimo sforza con il minimo risultato: l’occasione di sorpasso diretto alla Roma è troppo stuzzicante per sbagliare.
Al momento è fuori dalla zona Champions League l’Inter, che lascia l’intero bottino in palio al Torino di Mazzarri, che grazie ad un gol di Ljajic riesce ad imporsi. I miracoli di Sirigu ed i pali hanno arrestato il passo spedito degli uomini di Spalletti che nelle ultime settimane avevano ricominciato a correre. La zona “salvezza” dista soltanto un punto e lo scontro diretto tra Roma e Lazio rappresenta un’occasione più che ghiotta per Icardi & co.
Sabato sera però c’è l’Atalanta a Bergamo. Vietato fallire.
Può dire addio alla prossima Champions League il Milan. Contro il Sassuolo è 1-1 e ora i punti da recuperare per disputare la massima competizione europea l’anno prossimo sono diventati 8: troppi, se si pensa che mancano 7 partite al termine del campionato. La matematica è ancora dalla parte degli uomini di Gattuso che però adesso dovrebbero sperare in una sorta di miracolo per arrivare tra le prime quattro.
Piuttosto la Fiorentina è a -2. Forse è meglio guardarsi dietro piuttosto che fantasticare.

  •   
  •  
  •  
  •