Real Madrid-Juventus, Buffon furioso attacca l’arbitro: “Bidone dell’immondizia al posto del cuore”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
real madrid-juventus

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Real Madrid-Juventus è terminata con il risultato di 1-3, i bianconeri sono stati davvero ad un passo da un’impresa leggendaria, respinti all’ultimo secondo da un penalty decretato dal direttore di gara designato per la sfida del Santiago Bernabeu, il signor Michael Oliver.
L’euforia di essere ad un passo dal possibile traguardo, o quanto meno di portare la Vecchia Signora a giocarsi la qualificazione alle semifinali di Champions League ai tempi supplementari, è tutta d’un tratto svanita, colpita da una alquanto discutibile decisione dell’arbitro che di fatto ha indirizzato la sfida Real Madrid-Juventus in favore proprio dei padroni di casa.
Tra i protagonisti in positivo ma al contempo anche in negativo è stato il portiere dei bianconeri, Gigi Buffon: nei suoi confronti, è stato sventolato il cartellino rosso che ha probabilmente posto fine alla carriera in ambito continentale del capitano della Juventus.

Le dichiarazioni post Real Madrid-Juventus di Buffon

Nel post gara Real Madrid-Juventus, la delusione tra i bianconeri è tanta: intervenuto a Premium Sport, che ha seguito la sfida del Bernabeu, Gigi Buffon non le manda a dire all’arbitro Oliver, reo a suo avviso di aver combinato l’esito del quarto di finale disputatosi questa sera. Ecco le sue dichiarazioni in merito al penalty decretato all’ultimo respiro: “Era sicuramente una azione dubbia – esordisce il capitano bianconero -. Non puoi infrangere il sogno di una squadra che ha messo tutto in campo per 90 minuti. L’arbitro si è reso protagonista, un essere umano non può fischiare un episodio stra-dubbio, dopo una gara del genere – ribadisce Buffon”.

Il portiere della Nazionale, inoltre, rincara la dose nei confronti del direttore di gara designato per la sfida Real Madrid-Juventus di questa sera: “Al posto del cuore hai un bidone dell’immondizia se dai un rigore del genere. Se un arbitro non ha la personalità giusta deve stare sugli spalti a mangiare patatine con la moglie. Non ha avuto coraggio e personalità per stare a quei livelli“. Inoltre Buffon ritorna sulle frasi proferite ad Oliver subito dopo la decisione di assegnare il calcio di rigore, che di fatto gli è costata l’espulsione: “Doveva capire il disastro che stava facendo, se non hai la sensibilità giusta, se non ce la fai ad arbitrare certe partite stai sugli spalti a mangiare patatine ripeto. L’arbitro ha fatto la sua partita, ha fatto quello che doveva fare. Il problema è proprio quello“.

In conclusione, Buffon ha voluto svelare l’aneddoto che ha spinto i suoi compagni di squadra a ribaltare il risultato dell’andata di Real Madrid-Juventus: “Con i ragazzi siamo partiti che avevamo pochissime possibilità di farcela ma nella vita non si sa mai. Io posso contare su degli uomini che a livello morale sono capaci di qualsiasi impresa – sottolinea il capitano bianconero -. E questo sogno che cullavamo era in cima in una scaletta ed uno step alla volta ci eravamo riusciti. Poi come detto il Real ha vinto, ha meritato, sono stati veramente bravi è un grande onore affrontarli, ma detto questo non si può non essere arrabbiati. E’ venuto fuori un risultato che per una squadra normale non lasciava spazio ad una rimonta – continua Buffon – ma la verità è che siamo uomini di sport e sappiamo come si affrontano le partite del genere“.

  •   
  •  
  •  
  •