Coppa di Francia: in finale il PSG affronterà un club di Terza Divisione

Pubblicato il autore: Alessio Liburdi Segui
during the UEFA Champions League group B match between Paris Saint-Germain and Celtic FC at Parc des Princes on November 22, 2017 in Paris, France.

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

Les Herbiers è un piccolo comune di circa sedicimila abitanti che fa parte della regione dei Paesi della Loira, conosciuta e visitata per la presenza di numerosi e bellissimi castelli. A 10 km da Les Herbiers si trova il Puy du Fou, il quarto più importante parco di divertimenti della Francia. Ma l’8 maggio probabilmente il parco sarà chiuso perché i trentaduemila occhi del comune saranno rivolti verso Saint-Denis, precisamente sullo Stade de France: quel giorno infatti il piccolo club di calcio del comune della Loira sfiderà il club della capitale, nel più classico dello scontro tra Davide e Golia: Les Herbiers contro Paris Saint Germain.

LA MAGIA DELLA COPPA DI FRANCIA – Il merito della sfida che andremo a vedere l’8 maggio risiede nel particolare regolamento della Coppa di Francia che non prevede teste di serie: tutti possono affrontare tutti. Aggiungiamoci che alla competizione prendono parte anche i club dilettantistici (in gara ci sono anche i club delle Colonie come Tahiti e Nuova Caledonia) ed il gioco è fatto. Ma andiamo con ordine. Il Les Herbiers è un club di terza divisione che ha preso parte alla Coppa di Francia già dal settimo turno quando le squadre in corsa sono ben 176: l’avversario di quel turno (un club di quinta divisione) è stato regolato con un netto 3 a 0. La squadra della Loira è andata avanti così per altri 6 turni avendo la fortuna di non pescare mai squadre della Prima Divisione dal sorteggio integrale. Ma durante il cammino le insidie non sono mancate: basti pensare all’Angouleme Charente, club di quarta divisione che nei Trentaduesimi di finale ha costretto i rossoneri ai tempi supplementari. Superato l’ostacolo, la squadra ha preso fiducia eliminando anche club prestigiosi (ma non di Ligue 1) come Auxerre (battuta 3 a 0 a domicilio) e il Lens, piegato ai rigori sul neutro di Nantes vista la capacità minima dello Stade Massabelle. In semifinale poi la storia era stata già scritta visto che gli avversari erano i “cugini” dello Chambly, altro club di terza divisione.

Leggi anche:  10 Giornata, Dove vedere Juventus - Torino diretta tv e streaming

DAVIDE CONTRO GOLIA, VENDICANDO CALAIS In finale avversario più duro non poteva capitare: il Paris Saint Germain vince tutto in patria da 3 anni consecutivi. Il sogno dello sceicco Nasser è certamente la Champions League, ma nel frattempo fare la voce grossa in casa è imperativo categorico. Il confronto tra le due realtà è impari su ogni fronte: 538 milioni di differenza di budget, nessun campionato di Ligue 1 (e di Ligue 2) disputato da Les Herbiers contro i 7 titoli del PSG, prima finale di Coppa di Francia contro gli 11 successi dei parigini. Per non parlare dell’esperienza “europea” ovviamente assente per il club della Loira che però ora sogna una partecipazione alla prossima Europa League, ma serve una vittoria in finale. Vittoria che sfiorò nel 2000 il Calais, allora club di quarta divisione che nell’ultimo atto della competizione andò addirittura in vantaggio contro il Nantes, salvo poi essere rimontato e battuto 2 a 1 con un contestato calcio di rigore al minuto 89′. Nella storia della Coppa di Francia è la quinta volta che un club di terza divisione arriva all’ultimo atto: oltre al Calais nel 2000, ci riuscirono il Nimes (nel 1996), l’Amiens (nel 2001) e il Quevilly (nel 2012). Nessuno di questi poi riuscì a portare a termine l’impresa. Ora le speranze ed i sogni di tutti questi club rivivono nel Les Herbiers, che per una notte non sarà più “solo” un comune dei Paesi della Loira. Les Herbiers che l’8 Maggio oltre ai cuori dei suoi sedicimila abitanti sarà sospinta da tutti quelli che sognano vedere Davide sconfiggere Golia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,