Gattuso, all in con Atalanta e Fiorentina: il Milan si gioca l’Europa League in due partite

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Gattuso, risorgere o affondare del tutto. Una batosta non facile da assorbire. La finale di Coppa Italia persa dal Milan contro la Juventus rischia di avere forti ripercussioni anche in campionato. I rossoneri sono sesti in classifica, con un punto di vantaggio sull’Atalanta e tre sulla Fiorentina. Per uno scherzo del calendario Bonucci e compagni giocheranno le ultime due giornate di campionato proprio contro queste due squadre. Domenica prossima a Bergamo e poi l’ultima a San Siro contro la Fiorentina. Gattuso ha meno di tre giorni per ricostruire il morale dei suoi giocatori, distrutto dal poker juventino. In più il tecnico rossonero dovrà gestire lo spinoso caso Donnarumma. Il giovane portiere del Milan è stato il protagonista negativo della serata. Proprio lui che invece a Doha era stato uno dei protagonisti della vittoria in Supercoppa Italiana, sempre contro la Juventus.

Il Milan rischia seriamente di restare fuori dalla prossima Europa League. L‘Atalanta è forse la squadra più in forma del campionato. La banda Gasperini ha fatto tremare la Lazio nella passata giornata di campionato e ora comincia già a sentire l’odore del sangue rossonero. Dopo la vittoria della Juventus in Coppa Italia la situazione è molto chiara. La quinta classificata della serie A andrà direttamente alla fase a gironi dell’Europa League 2018/2019. La sesta dovrà affrontare un turno preliminare. La settima dovrà affrontare tre turni preliminari, a partire dal 26 luglio. C’è da ricordare che la Fiorentina domenica prossima sarà impegnata in casa contro il pericolante Cagliari. Match tutt’altro che impossibile per i ragazzi di Stefano Pioli. Gattuso dovrà fare all in negli ultimi 180 minuti di campionato. Sperando che gli capitino carte migliori rispetto a quelle avute contro la Juventus. 

Gattuso, senza Europa è una stagione fallimentare anche per lui

D’accordo, lui è arrivato più tardi quando la situazione era piuttosto compromessa. Ma in caso di mancata qualificazione in Europa League anche Gattuso finirà sul banco degli imputati. Un mese fa a Milanello si sognava la Champions League, ora anche la qualificazione in Europa League è a serio rischio. Il tecnico rossonero non ha colpe specifiche per la partita dell’Olimpico, giocata peraltro contro una Juventus che domina il calcio italiano da sette anni. Se mai l’errore è stato caricare troppo una partita che per molti giocatori era la prima finale disputata. Una pesante batosta che deve essere riassorbita in poco tempo.

Il match di domenica prossima contro l’Atalanta è forse più importante di quello perso contro la Juventus all’Olimpico. Un’altra sconfitta renderebbe decisamente complicata l’ultima giornata contro una Fiorentina in grande salute. Il Milan di queste settimane sembra una squadra che ripiombata in antiche paure. D’altronde non riuscire a segnare un gol al Benevento in casa era un chiaro campanello d’allarme. Gattuso quindi si gioca tutto in due partite. Il Milan deve difendere il sesto posto. Perdere una posizione significherebbe dover cominciare prestissimo una stagione post-mondiale. Con tutte le complicazioni del caso. Perdere due posizioni vorrebbe dire l’esclusione dalle coppe europee della prossima stagione. Questo sarebbe una clamorosa marcia indietro rispetto all’anno passato. Davvero clamorosa. Soprattutto dopo aver speso 230 milioni di euro sul mercato. 230 milioni di euro.

  •   
  •  
  •  
  •