Inter-Sassuolo, in 70 mila a San Siro per la vittoria nerazzurra e…la differenza reti

Pubblicato il autore: Aote Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La sfida in programma sabato sera San Siro tra Inter e Sassuolo sarà l’ultima gara casalinga della stagione per la formazione di Luciano Spalletti.
La vittoria di Udine e il contemporaneo pareggio della Lazio con l’Atalanta ha dimezzato il divario in classifica tra l’Inter e i biancazzurri, che, con ogni probabilità, si giocheranno l’ultimo posto disponibile per la prossima Champions League all’Olimpico all’ultima giornata.
Il calendario della penultima di campionato sembra giocare a favore dell’Inter, visto che il Sassuolo ha conquistato domenica scorsa la certezza della permanenza nella massima serie a differenza del Crotone, che ospiterà la Lazio; i calabresi vengono dal ko col Chievo e sono in piena bagarre salvezza.
L’Inter spera dunque in un aiutino da parte di Walter Zenga quantomeno per raggiungere la Lazio in classifica e poi giocarsi il tutto per tutto all’Olimpico.
La squadra di Spalletti dovrà ovviamente battere il Sassuolo e le prevendite dei biglietti dicono che San Siro offrirà una bellissima cornice di pubblico, tra l’altro una costante di tutta la stagione nerazzurra; 50 mila tagliandi già venduti, l’obiettivo è raggiungere quota 70 mila.
In caso di parità tra Lazio e Inter, ad oggi, la differenza reti premierebbe comunque la Lazio, che potrebbe dunque giocare la sfida decisiva dell’Olimpico con due risultati disponibili su tre; per ribaltare la situazione a suo favore l’Inter dovrebbe vincere con almeno sei gol di scarto col Sassuolo, certo salvo, ma di certo non intenzionato a fare da vittima sacrificale.
E’ vero che i precedenti a San Siro non mancano, basta citare il 7 a 0 di qualche stagione fa, ma l’impressione è che Spalletti e i suoi ragazzi dovranno conquistarsi la Champions con due vittorie, a meno che il Crotone

  •   
  •  
  •  
  •