Juventus, Buffon: “PSG? Ho bisogno di una settimana per decidere”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Gianluigi Buffon – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

È da poco terminato il campionato e già è tempo di calciomercato. Protagonista indiscusso di questi giorni è lui, Gianluigi Buffon. L’ormai ex capitano della Juventus, dopo 6111 giorni, 17 stagioni e 19 trofei, sabato scorso, contro il Verona, ha disputato la sua ultima partita con la maglia bianconera, non l’ultima, però, della sua carriera. Si, perchè quello di sabato, molto probabilmente, è stato un addio alla Juve, non anche al calcio. Buffon infatti, in cuor suo, sente di poter dare ancora qualcosa a questo sport, ecco perché secondo molti starebbe seriamente valutando la possibilità di chiudere la carriera in un altro club. In questi giorni si è parlato con insistenza del PSG. La squadra allenata da Tuchel avrebbe avanzato un’offerta monstre a Gigi: un contratto biennale (fino al 2020, dunque) da ben 4 milioni di euro annui. È innegabile dire che Buffon ci stia pensando. Tant’è che il suo agente, Silvano Martina, ieri mattina è sbarcato in Francia per incontrare i dirigenti del club francese e cercare di ultimare un accordo che, ormai, sembrerebbe ad un passo.

Leggi anche:  Maradona, la calciatrice spagnola Paula Dapena non rispetta il minuto di silenzio: "Era uno stupratore"

Indiscrezioni queste che hanno trovato conferma nelle parole di stima pronunciate giorni fa dal presiente del Psg, Al Khelaifi, nei confronti di Gigi: “Buffon è un portiere fantastico, carismatico, un gran signore: sono sicuro che tutti i club vorrebbero averlo”. Anche il neo allenatore dei parigini, Tuchel, ha dichiarato: “Un po’ di pazienza e saprete“. Ciò che spingeebbe Buffon in Francia, poi, è soprattutto la voglia di provare a conquistare la tanto desiderata Champions League. La stessa che ha sfiorato con la Juventus per ben tre volte.

Ieri sera Buffon, in occasione della partita d’addio di Andrea Pirlo, “La Notte del Maestro”, intevistato dai giornaliti di Sky Sport, ha fatto un acceno al suo futuro, non smentendo le voci che lo accostano al Psg: “Io al PSG? Non è obbligatorio leggere i giornali e guardare la tv. Ho bisogno di prendermi una settimana per stare sereno e a bocce ferme analizzare tutti i fattori. Non sono scelte semplici, uno sportivo di 40 anni deve prendere le decisioni più giuste con molta razionalità”.

Poi, ha continuato parlando del suo addio alla Juventus: “Ero molto sereno, perché ero un uomo rinfrancato, che in quella giornata ha ricevuto tanto calore umano, tanto affetto, tanta stima. E’ stata la giornata in cui ho raccolto ciò che ho seminato, è stata la vittoria che cercavo e che mi ha inorgoglito. Di tutto ciò mi rimane la felicità di aver potuto indossare una maglia così prestigiosa, un rapporto di grande amicizia con alcuni compagni, la stima incondizionata con il presidente e con gli uomini della società, l’amore viscerale e ricambiato con la gente. La decisone di lasciare la Juve l’ho maturata con il presidente. Ci siamo incontrati spesso e ogni volta abbiamo aggiunto un mattone alla decisione più giusta. Lui mi è stato di grande aiuto, non c’era modo migliore per chiudere con la Juve”.

Infine sull’addio alla Nazionale, Buffon ha dichiarato con un po’ di amarezza: “Siccome in Nazionale mi sembra di essere diventato un problema negli ultimi due anni, io per l’orgoglio che ho, non sto bene in una situazione di disagio. Se gli altri non pensano che sia un giocatore importante, io ne prendo atto e di conseguenza prendo le decisioni del caso”.

  •   
  •  
  •  
  •