Milan, no dell’Uefa al Settlement Agreement: Europa League a rischio?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Milan, l’Uefa boccia i rossoneri. No, ancora un no dell’Uefa al piano-Fassone. La notizia è ufficiale da pochi minuti: la Uefa ha detto no al Settlement Agreement del Milan. Una notizia che non era nell’aria e che può stravolgere i piani milanisti per l’immediato futuro. In pratica i rossoneri sono da oggi sotto processo e non sono riusciti a patteggiare. Entro il 15 giugno dovrebbe arrivare la sentenza definitiva, che potrebbe portare anche all’esclusione del Milan dalle Coppe Europee 2018/2019. In quel caso Atalanta qualificata ai gironi e Fiorentina ai preliminari.

I motivi del rinvio sono praticamente gli stessi del “no” al Voluntary: 1) Troppe incertezze sul rifinanziamento che non si è concluso e non si sa se (e quando) verrà concluso: anche nell’ipotesi più favorevole, comunque, si tratterebbe di elementi al momento assenti dal piano. . 2) Troppe incertezze sull’azionista di riferimento, mister Li, la cui figura non ha contorni chiarissimi. In ogni caso, se anche ci fosse un cambio di proprietà, resterebbe al momento il dubbio: Elliott vuole diventare il nuovo proprietario oppure vedere a sua volta?  3) Troppe incertezze sui ricavi futuri, soprattutto quelli cinesi: l’Uefa rimprovera il fatto che il piano del Milan si basi su entrate che non hanno conferma, considerato che il mercato cinese non è neanche partito.

Milan, i possibili provvedimenti dell’Uefa

Milan, che cosa può succedere ora? Ci sono varie sanzioni in cui potrebbero incappare i rossoneri. Dal blocco del mercato ad una multa salata, fino all’esclusione delle Coppe Europee. Il deficit del Milan, 100 milioni di euro nel’ultimo triennio, il rifinanziamento del debito che di Yonghong Li verso Elliott che tarda ad arrivare, l’incertezza dei futuri ricavi del Milan, Tutti fattori che hanno spinto l’Uefa a respingere la richiesta di Settlement Agreement dei rossoneri. Questo il comunicato ufficiale dell’Uefa:”La camera di investigazione dell’Organo di Controllo Finanziario per Club UEFA (CFCB) ha deciso di rinviare l’AC Milan alla camera giudicante del CFCB per la violazione delle norme del fair play finanziario, in particolare per la violazione della regola del pareggio di bilancio (break-even rule). Dopo un attento esame di tutta la documentazione e delle spiegazioni fornite dalla società, la camera di investigazione ritiene che le circostanze del caso non consentano la conclusione di un settlement agreement. Nello specifico, la camera di investigazione è del parere che permangano ancora incertezze sul rifinanziamento del prestito e sul rimborso delle obbligazioni da effettuare entro ottobre 2018″.

Un colpo pesante per tutto l’ambiente Milan, che solo due giorni fa festeggiava l’ingresso diretto all’Europa League. Una qualificazione che rischia di essere vanificata per le questioni riguardanti il Fair Play Finanziario. Il campionato è finito da due giorni, ma ora comincia una partita fondamentale per i rossoneri. Forse ancora più importante di quelle giocato sul campo di gioco. I tifosi milanisti vivranno giorni caldissimi e non solo per l’estate che sta arrivando. E ne avrebbero fatto decisamente a meno.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: