Donnarumma, parla Giovanni Galli:”Basta coccole, lavori per migliorare al Milan”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gianluigi Donnarumma (Photo by Paolo Bruno/Getty Images scelta da SuperNews)

Donnarumma, le frustate di Giovanni Galli. 1 scudetto, 2 Coppe dei Campioni, una Supercoppa Europea e una Coppa Intercontinentale, tanto per far capire che quando si tratta di Milan lui ne sa qualcosa. E’ stato il portiere dell’epopea di Arrigo Sacchi e dell’ultimo Napoli di Maradona, Giovanni Galli è un pezzo di storia recente del calcio italiano. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport l’ex portiere si è soffermato sulla situazione di Gigio Donnarumma:Gli consiglio di rimanere. Ma anche di liberarsi di tutto quanto lo distrae. È evidente che in questa stagione abbia risentito di chiacchiere, spifferi e indiscrezioni. Si concentri, lavori sulla tecnica e tornerà il talento da settanta milioni di euro che abbiamo apprezzato. Oggi ne vale trenta di meno e certo non è colpa della società. Prenda una decisione e chiuda bottega, non che ogni dieci minuti deve partire un nuovo treno. Ha dimostrato di valere dieci punti a campionato e ha tutte le caratteristiche per tornare a valerli”.

Galli ha anche parlato del paragone Donnarumma-Buffon:Magari non sarà il nuovo Buffon, o magari sì: è ancora presto per dirlo.  Vedo quanta fatica si fa in giro per trovare portieri affidabili e il Milan, volendo, già ce l’ha. Reina può essere un’alternativa di transizione ma non può rappresentare il futuro, Donnarumma sì”. Galli ha un consiglio anche per chi allena quotidianamente il giovane portiere del Milan:Gigio è già pronto per essere un grande portiere, importante per il Milan e per l’Italia. Ho solo una raccomandazione per i suoi allenatori, l’ora delle coccole è finita. Serve qualcuno che lo faccia maturare”. 

Donnarumma, futuro sempre più rossonero

Esattamente un anno fa si consumava lo psicodramma collettivo rossonero:”Donnarumma non rinnova con il Milan”, questo diede il via ad un mese di telenovela con relativa firma sul ricco contratto pluriennale. Oggi la situazione è molto diversa. Intorno a Donnarumma c‘è calma piatta. Nessuna offerta soddisfacente è arrivata in via Aldo Rossi e anche Mino Raiola sembra abbastanza tranquillo. Anche se l’ineffabile Mino può sempre sorprendere da un giorno all’altro. Mirabelli e Fassone l’hanno blindato più volte, un modo per far capire ad eventuali acquirenti che dovranno presentarsi con offerte congrue per Gigio.

Ogni giorno che passa dunque avvicina Donnarumma alla conferma. Il 9 luglio ricomincia la stagione milanista. Poco più di 20 giorni al ritrovo rossonero a Milanello. Difficile pensare ad un Milan che cede il proprio portiere titolare dopo l’avvio del ritiro pre-campionato. Poi è chiaro che alla fiera del calciomercato tutto è possibile. Ma oggi è complicato pensare ad un addio di Donnarumma, anche perché i grandi club europei guardano verso altri lidi. Il Real Madrid punta Alisson, il Psg aspetta Buffon e il Liverpool non sembra intenzionato ad offrire più di 30 milioni di euro per Donnarumma. Una cifra già rispedita al mittente da via Aldo Rossi. Donnarumma portiere del Milan per la stagione 2018/2019. Qualche settimana fa sembrava utopia. Ogni giorno che passa è sempre più realtà. Sarà così anche dopo il 18 agosto? Vedremo.

  •   
  •  
  •  
  •