Juventus, Briatore:”Buffon? Poteva rimanere. Abbiamo già vinto lo scudetto dell’anno prossimo”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
ROME, ITALY - MAY 09: ROME, ITALY - MAY 09 : Juventus players celebrate with the trophy after winning the TIM Cup Final between Juventus and AC Milan at Stadio Olimpico on May 9, 2018 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Briatore, show in bianconero. Ex team manager campione del mondo di Formula 1 con la Renault e grande tifoso della Juventus. Flavio Briatore è intervenuto a “La Zanzara”, trasmissione radiofonica in onda su Radio 24 a cura di Giuseppe Cruciani. Briatore ha toccato vari argomenti, innanzitutto Buffon:”Andare al Psg? Sì, 100%. Fa bene sicuramente a continuare, un portiere come Buffon secondo me poteva continuare alla Juve. Lì sono problemi loro, ma io l’avrei trattenuto almeno un’altra stagione”. L’illustre tifoso bianconeri parla anche del chiacchierato scambio Higuain-Icardi:”Dipende se con la moglie o senza. Senza la moglie lo farei. Credo che Higuain abbia fatto molto bene alla Juve. Il problema di Higuain è che ogni volta che andiamo a fare una partita internazionale noi ci spegniamo. Per vincere la Champions League bisogna spendere tanto, basta vedere gli altri club europei”.

Briatore torna sulla polemica che riguarda i campionati vinti dalla Juventus:”Calciopoli non è stato niente, non hanno dimostrato nulla. Non c’è una sola prova di una partita comprata o di un arbitro corrotto. Quanti Scudetti ha vinto la Juve? Ha vinto tutti quelli che ha vinto. 34 o 36? Direi 37 con quello del prossimo anno. Sono tutte stupidaggini, li abbiamo vinti, sono tutti tornei vinti”. Briatore dunque non ha dubbi sulla forza della Juventus in campo nazionale. Infatti, come avviene negli ultimi anni, i bianconeri si stanno muovendo in anticipo rispetto agli altri sul mercato. Caldara e Spinazzola, più Perin, Emre Can e Darmian. La caccia all’ottava meraviglia di fila è già partita.

Juventus già campione 2018/2019, Briatore ha ragione?

Abbiamo già vinto il campionato dell’anno prossimo”, parole da tifoso certo. Ma anche da ex dirigente sportivo. Briatore ha già assegnato il titolo italiano 2018/2019. Potrebbe avere ragione. E’ chiaro, mancano due mesi e mezzo di calciomercato. La concorrenza però non sembra in grado di reggere il passo dei bianconeri. Il Napoli ha cambiato allenatore e quindi avrà bisogno di tempo per metabolizzare il passaggio Sarri-Ancelotti. Forse in questo momento la Roma sembra l’antagonista numero uno in campionato della Juventus. Sempre che i giallorossi riescano a trattenere tutti i gioielli di Trigoria.

L’Inter tornerà in Champions League per la prima volta dopo 7 anni. Un competizione che porta via tante energie ai match di campionato. Consideriamo anche che i nerazzurri saranno in quarta fascia e avranno un girone molto complicato. La Lazio sembra alla viglia di una rivoluzione. I biancocelesti hanno perso De Vrij e hanno l’assedio per Milinkovic-Savic. Il Milan ha un gap molto sostanzioso da colmare. I rossoneri hanno diversi problemi, figli di un cambio societario non proprio assennato. Con questo scenario l’ottavo titolo consecutivo della Juventus sembra già alla portata dei bianconeri, che certamente avranno anche la Champions League come obiettivo assolutamente primario. Briatore però, come tutti i tifosi bianconeri, se ne faccia una ragione. I titoli vinti dalla Juventus sono 34. Perché tra 100 anni saranno solo gli almanacchi a parlare e visto che Calciopoli non è stata niente non se ne ricorderà nessuno. Proprio nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •