Mondiali 2018, Low carica la Germania:”Vinceremo ancora noi”

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui
KAZAN, RUSSIA - JUNE 22: Joachim Loew, coach of Germany gives his team instructions during the FIFA Confederations Cup Russia 2017 Group B match between Germany and Chile at Kazan Arena on June 22, 2017 in Kazan, Russia. (Photo by Ian Walton/Getty Images)

Joachim Loew – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Quella in programma domani sera a Sochi è una partita delicatissima per i campioni in carica della Germania. Dopo la sorprendente sconfitta subita nella prima partita contro il Messico, i teutonici sono costretti a vincere contro la Svezia per non compromettere del tutto le proprie chances di qualificazione agli ottavi di finale. In questi giorni sono state molte le polemiche che hanno aleggiato intorno al ritiro tedesco, con la stampa che ha parlato di dissidi interni nello spogliatoio e di clan divisi all’interno del roster della squadra. Non certo il modo migliore per preparare una sfida fondamentale per garantirsi un futuro nel Mondiale di Russia 2018.

Nella conferenza stampa della vigilia, il ct Joachim Low si è però mostrato fiducioso e ha voluto spronare i suoi giocatori a una reazione dopo il risultato negativo del debutto:”Negli ultimi giorni abbiamo dovuto digerire la sconfitta subita contro il Messico, un ko che ci ha fatto male e penso che non ci sia nemmeno il bisogno di dirlo. Ora però la squadra è in perfetta forma fisica. Contro il Messico, purtroppo, abbiamo commesso parecchi errori, ma li abbiamo analizzati e abbiamo trovato le giuste contromisure. Non dobbiamo assolutamente cambiare il nostro approccio alla partita. Per superare la Svezia ci servirà un grado maggiore di energia. Loro potrebbero giocare con la difesa a 5, ma siamo abituati a giocare contro squadre difensive e lo abbiamo già dimostrato nel corso delle qualificazioni. Sono sicuro che riusciremo a mostrare il nostro spirito di reazione: siamo una squadra fatta per uscire alla distanza.”
Low si è poi detto sicuro delle possibilità della sua squadra di bissare il trionfo iridato ottenuto in Brasile 4 anni fa:”Tutte le squadre che giocano contro la Nazionale campione in carica sono fortemente motivate a vincere e sappiamo benissimo che non è semplice riuscire a mantenere la fame e la determinazione necessarie per ripetere l’impresa. In passato, abbiamo visto che poche squadre sono riuscite a ripetersi proprio per questo motivo. Per noi non sarà facile, ma sono sicuro che ce la faremo.” 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, medico sotto indagine per omicidio colposo. Ecco i dettagli
Tags: