Politano all’Inter in prestito. Ma perché il Sassuolo rifiutò 30 milioni dal Napoli?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Misteri ed imprevedibilità del calcio italiano. E’ ufficiale, l’Inter ha ottenuto in prestito con diritto di riscatto fissato sulla cifra di 20 milioni, Matteo Politano, giovane attaccante, che nella scorsa stagione ha fatto un ottimo campionato. Gira già il tweet ufficiale della società nerazzurra, con la stretta di mano tra il calciatore ed Ausiilio, e la firma sul contratto. Ma sorge spontanea una domanda: come mai il Sassuolo, rifiutò la cifra di ben 30 milioni di euro nel mese di gennaio, fatta dal Napoli? Che cercava un rinforzo per l’attacco, dopo che Insigne, Mertens e Callejon, non avevano mai un po’ di riposo, visto anche l’infortunio di Milik. Eppure era proprio Sarri a desiderare il talentuoso attaccante. Esperti dicevano, che al Sassuolo fu consigliato di non cedere al Napoli Politano  sotto consiglio di Marotta. Ma ormai è passato. Ed il Napoli, con De Laurentiis e Giuntoli, sotto i consigli di mister Ancelotti, sta cercando di piazzare i colpi decisivi, per ridurre il gap con la Juventus, nella lotta allo Scudetto, e di non uscire anticipatamente dalla Champions League.  Per il momento è arrivato Verdi, e si aspettano le conferme di Fabian Ruiz, Meret e Lainer. Ma serve anche quell’attaccante di peso, che possa fare la differenza. Tra 10 giorni si inizia il ritiro a Dimaro, ed i tifosi, vogliono novità concrete.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Roma, Dzeko ancora positivo: potrebbe saltare anche il Napoli