Belgio-Giappone: spettacolo e fair play in campo. Un trionfo per lo sport

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
SOCHI, RUSSIA - JUNE 18: Romelu Lukaku of Belgium celebrates with teammates after scoring his team's third goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group G match between Belgium and Panama at Fisht Stadium on June 18, 2018 in Sochi, Russia. (Photo by Francois Nel/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il calcio è uno sport meraviglioso che sa regalare emozioni indescrivibili, la conferma è arrivata nella gara degli ottavi di finale dei Mondiali di Russia tra Belgio e Giappone. Una gara che ha regalato grandissime emozioni e che si è risolta solamente ad una manciata di secondi dalla fine dei tempi regolamentari. Un match in salita per il diavoli rossi del Belgio, i nipponici si sono ritrovato avanti di due reti prima di subire la poderosa rimonta di Hazard e compagni.

La partita si è conclusa con il risultato di 3-2 in favore della squadra di Martinez, sugli scudi non solo Hazard, visto e considerato che a far sognare i tifosi del Belgio ci ha pensato il neo entrato Chadli a pochi istanti dal termine. Una beffa atroce che non cambia il giudizio sul Giappone, la nazionale nipponica ha disputato un grandissimo Mondiale e merita un grande plauso per quanto fatto vedere in campo. Non solo dal punto di vista del gioco e dei risultati, ma sopratutto per il fair play dimostrato in queste quattro gare in Russia.

Leggi anche:  Milan-Fiorentina: quella volta che...i precedenti

Anche il Belgio ha dimostrato grande sportività in campo, anche quando si trovava sotto di due reti ha tenuto un comportamento esemplare e questo dimostra che i veri valori in questo meraviglioso sport esistono ancora. Al ritorno in patria il Giappone riceverà un’accoglienza calorosa dai propri tifosi, il Belgio invece continua a sognare e vuole continuare la sua marcia verso la finale di domenica 15 luglio. Intanto ci godiamo questo Mondiale molto emozionante, una rassegna che sta regalando partite spettacolari e sempre più incerte.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: