Calciomercato Avellino, torna Morero in difesa? Piace Foggia per l’attacco

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Calciomercato Avellino, prende forma la squadra biancoverde. Tra i tanti movimenti di mercato dei lupi ce n’è uno che avrebbe del clamoroso. Secondo indiscrezioni di SportAvellino.it per la difesa ci sarà il ritorno di Santiago Morero, difensore argentino classe 1982, che conosciamo abbastanza bene, visto che da gennaio è ad Avellino. Fu prelevato dalla Juve Stabia per rinforzare il reparto difensivo dell’allora Avellino di Novellino. Diverse prestazioni complicate avevano però fatto storcere il naso ai tifosi. La sua parentesi lontana dall’Irpinia, è durata, dunque, poche settimane. Il difensore argentino è pronto a continuare a difendere i colori biancoverdi, in Serie D. La sua esperienza potrebbe far comodo a mister Graziani.

Calciomercato Avellino, si lavora per completare la rosa. Come l’Araba Fenice, ancora una volta. Il nuovo Avellino targato De Cesare-Musa-Graziani comincia ad assumere un suo proprio volto. Sono 25 i calciatori che oggi formano il roster dei lupi, molti dei quali in prova. Ieri c’è stato un test amichevole, contro l’Equipe disoccupati. Ha vinto l’Avellino per 5-4 e mister Graziani ha potuto valutare molti degli elementi a sua disposizione. In porta si sono avvicendati Lagomarsini (classe ’93, ex di Messina e Carrarese) e i giovani Longobardi e Pezzella. Quest’ultimo, classe 2001, potrebbe essere aggregato alla squadra juniores. In difesa si sono messi in mostra il russo Vladimir Mikhaylovskiy (classe ’89, ex Gozzano) e Fabrizio Di Bella (classe ’88, fermo da un anno, ma con all’attivo centinaia di presenze tra B, C e D). Sugli esterni è piaciuto Michael Scarf, ’99 primavera del Napoli. Sono molto alte le possibilità di un suo tesseramento.

Calciomercato Avellino, i movimenti a centrocampo e in attacco. In mezzo al campo nel primo tempo hanno giocato Gennaro Acampora (classe ’89, ex Pavia) e Matteo Gerbaudo (classe ’95, cresciuto nelle giovanili della Juventus, la scorsa stagione al Cuneo). Buone le probabilità che possa essere tesserato. Nel secondo tempo è piaciuto Francesco Buono, proveniente dalle giovanili della Ternana. Sulle ali bene l’ex Nicola Ciotola, anche il suo ingaggio è molto probabile. In avanti si sono visti Evangelista, ’95, poi i giovani Mentana, Maisto. In campo anche il più esperto Giacobbe, classe ’92 ex di Aversa Normanna ed Ercolanese. Per l’attacco piace anche Ciro Foggia, che nella passata stagione ha giocato in Serie C con le maglie di Sicula Leonzio e Teramo.

Calciomercato Avellino, Graziani:”Felice per Ciotola, non penso al ripescaggio”

Calciomercato Avellino, l’entusiasmo di Graziani. Sguardo deciso, idee chiare e tanta voglia di fare bene. E’ questo Archimede Graziani, il tecnico scelto per la rinascita dell’Avellino. Giorno dopo giorno valuta i calciatori che arrivano nel ritiro di Sturno. Il tecnico biancoverde ha così parlato dopo l’amichevole di ieri con i disoccupati:”L’aspetto positivo è che ho in mente un’idea chiara, su chi voglio tenere in rosa e su chi non è all’altezza dell’Avellino. Poi faremo la conta e inizieremo a capire cosa fare per riempire le caselle mancanti”. Su Ciotola:Mi fa piacere riaverlo, l’ho già allenato, può farci capire cosa significa essere ad Avellino. Al di là della sua capacità tecnica, ci può essere utile anche a livello caratteriale. Speriamo di chiudere l’accordo”.

Calciomercato Avellino, si pensa alla Serie D. Graziani ha anche parlato della possibile partecipazione al campionato di Serie C da parte dell’Avellino:“Non ascolto le voci di ripescaggio. Se poi dovessimo vincere il campionato dopo cinque giorni di ritiro sarebbe fantastico. Aspetto che me lo dicano ufficialmente, io lavoro per la Serie D”. I gironi per il campionato nazionale dilettanti saranno formati il prossimo 30 agosto, con il via al campionato previsto per il 16 settembre. Tutto però potrebbe essere sconvolto l’8 settembre, al momento della formulazione dei gironi della Serie C. Fino ad allora non sono escluse le sorprese. La lunga estate caldissima dell’Avellino continua, ma in biancoverde si respira già un’aria diversa. Era ora.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: