Infortunio Mertens, Napoli in ansia. Ma dal Belgio rassicurano:”Nulla di grave”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

 

Dries Mertens – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Infortunio Mertens, maledizione Nazionali per gli azzurri. La malasorte continua ad accanirsi contro i giocatori partenopei impegnati con le loro Nazionali. Dopo Chiriches, stagione finita per lui, ecco che anche Mertens ha accusato problemi durante Scozia-Belgio. Nella prima frazione di gioco l’ex Psv si è fatto male da solo calciando una punizione dal limite dell’area. Lussazione della spalla, questa è stata la prima diagnosi dello staff medico del Belgio. Un caso molto raro di infortunio ad una spalla senza contatto fisico con un altro giocatore. “Non mi era mai capitato, si è lussata la spalla mentre calciavo”, questo il commento di un incredulo Mertens. Non è ancora chiaro quali siamo i tempi di stop e susseguente recupero per il folletto belga del Napoli. 

Leggi anche:  Juventus, uno tra Dybala e Ronaldo è di troppo: fissati gli incontri per decidere il futuro

Infortunio Mertens, parla il dottor Goosees. Ma cosa è successo veramente Mertens? Prova a spiegarlo il medico sociale dell’Anderlecht:Non è nulla di grave, s’è trattato di una sublussazione, che è una parziale dislocazione. La spalla si è spostata, ma a metà strada. Non è uscita, come si poteva pensare. Sembra dislocata, ma non è così. Non può uscire per un movimento simile. A meno che tu non abbia già avuto dei problemi in passato”. Allarme rientrato, dunque, e per Mertens solo il ricordo di uno spavento passeggero. Anche se ora resta da capire se l’attaccante belga sarà disponibile per Napoli-Fiorentina di sabato prossimo alle 18.

Infortunio Mertens, un problema in più per Ancelotti?

Infortunio Mertens, assenza pesante prima del tour de force. Fiorentina al San Paolo e poi Stella Rossa a Belgrado. Questi i prossimi impegni di Carlo Ancelotti, che vuole dimenticare in fretta la batosta subita a Genova contro la Sampdoria. Il tecnico partenopeo avrò bisogno di far ruotare i giocatori, sperando di avere risultati migliori di quelli visti al Ferraris. L’assenza di Mertens potrebbe essere un problema in più ,anche se le soluzioni offensive non mancano per Ancelotti. Il belga però è formidabile come dodicesimo uomo. Ruolo che può andare bene anche a Verdi e Ounas. Il francese ha ben impressionato con la Sampdoria. La carta a sorpresa per le prossime partite potrebbe essere proprio lui.

Leggi anche:  Stendardo: "L'Atalanta è una grande squadra..."

 

  •   
  •  
  •  
  •