Sky, dai soprannomi di Caressa agli inviati a Ibiza: poco calcio e un brutto show

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Sky, stagione nuova e problemi vecchi. Primo, vero weekend di Serie A e primi “casi” televisivi a Rogoredo. “Una stagione imperdibile”, così recita Fabio Caressa nello spot che pubblicizza gli abbonamenti alla piattaforma satellitare. La prima telecronaca della 4a giornata di Serie A è stata a cura proprio di Caressa e del fido Bergomi per Inter-Parma. Il giornalista romano ha esordito affibbiando il soprannome “Bobby English” a Roberto Inglese, centravanti del Parma. Caressa si è compiaciuto per tutto il match di questa brillante trovata, bontà sua. Durante il match si è parlato molto dell’imminente inizio della Champions League, che torna dopo tre anni sugli schermi Sky. Peccato che ci fosse una partita da raccontare. Bergomi, che continua imperterrito a commentare l’Inter, si è inalberato in occasione del possibile fallo di mani di Dimarco, non sanzionato né dall’arbitro né dal VAR

Leggi anche:  Gasperini e gli insulti all'ispettore antidoping. Ecco i dettagli

Sui social la cosa non è passata inosservata:”Come si fa a togliere la telecronaca-tifosa?”. Così chiedeva ironicamente qualcuno visto l’enfasi con cui Bergomi commenta la “sua” Inter. Meno male che alle 18 di sanato c’è stato Napoli-Fiorentina. La coppia Compagnoni-Marchegiani è quanto di meglio possa offrire Sky oggi. Su questo non ci sono assolutamente dubbi. Peccato che tale partita abbia avuto un San Paolo semivuoto, ma questo è un altro discorso.

Sky, più calcio e meno show

La domenica di Sky è cominciata con il buon Massimo Ugolini inviato al seguito di Marco Borriello e dell‘Ibiza. L’ex bomber di Roma, Juventus e Milan ha esordito nella nuova realtà spagnola. L’Ibiza ha perso, ma era proprio necessario dare così tanta importanza all’evento? Forse no. La domenica pomeriggio è trascorsa con la beatificazione di Cristiano Ronaldo che ha, finalmente, segnato i suoi primi gol con la Juventus. Tutto rovinato però da Douglas Costa, purtroppo per CR7 si parlerà più dello sputo del brasiliano che delle sue mirabolanti prodezze contro il Sassuolo.

Leggi anche:  Espulsione Ibra: cosa ha deciso il giudice sportivo. Tutti gli squalificati

Dopo Cagliari-Milan c’è stato ancora Caressa con il suo sonnecchiante Club. A ravvivare la serata Ilaria D’Amico. La giornalista condurrà il programma sulla Champions League e non ha risparmiato frecciate al “nemico” Sarri. Il duello Juve-Napoli della scorsa stagione ha lasciato ancora tante scorie e la D’Amico non ha mancato di sottolinearlo. Ma la perla della serata è chiaramente di Caressa. Con il presidente del Cagliari, Giulini, non ha trovato di meglio che chiedergli cosa ne pensasse della situazione dell‘Inter. Il numero uno rossoblu, simpatizzante interista, con molto garbo ha glissato e chiesto di parlare del suo Cagliari.

Quasi inutile sottolineare che nel primo, vero, weekend calcistico stagionale sugli schermi Sky si è sentita la mancanza di Diletta Leotta. La Serie B era diventato un campionato molto seguito anche grazie alla bella conduttrice catanese. Ora invece il campionato cadetto, chiuso nei meandri Dazn, rischia di tornare ad essere un campionato minore. Un peccato, un vero peccato. Soprattutto se si pensa che il sabato alle 15 si è passati dalla Leotta al “Bobby English” di Caressa. Sky, non buona la prima.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: