Gattuso, gli alibi sono finiti: il Milan è una squadra di fantasmi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gennaro Gattuso – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Gattuso, è notte fonda per il Milan. Sono giorni da incubo per i rossoneri. Prima la sconfitta nel derby con l’Inter, poi il crollo interno in Europa League contro il Betis Siviglia. Nella serata di giovedì gli spagnoli hanno dominato a San Siro. I biancoverdi hanno vinto per 2-1, ma il successo poteva essere molto più largo. I numeri condannano il Milan. I rossoneri hanno subito gol in 17 delle ultime 18 partite disputate. Contro il Betis gli uomini di Gattuso hanno effettuato solo due tiri in porta, di cui il primo dopo 70 minuti. In campionato i punti sono gli stessi della passata stagione quando in panchina c’era il tanto vituperato Montella. Il Milan visto contro il Betis è uno dei più brutti della gestione di Gattuso. Un match che ha ricordato le pessime prestazione dello scorso campionato, contro Benevento, Verona, Atalanta, Arsenal o la finale di Coppa Italia con la Juventus. 

Leggi anche:  Dove vedere Milan Genoa Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro

Una prestazione sconcertante riassunta nell’imbarazzante prestazioni di alcuni singoli, Borini e Bakayoko su tutti. I due sono stati sostituiti nell’intervallo. Gattuso ha provato il tutto per tutto nel secondo tempo, ma i risultati sono stati scarsi. Il Betis ha continuato a dominare. Il tecnico rossonero ha continuato a spostare i giocatori in campo. Ma sfortunatamente per lui il calcio non è il Subbuteo. Bonaventura si è ritrovato a fare il centrale di centrocampo, Castillejo ha cambiato tutte le posizione dell’attacco. Neanche gli ingressi di Suso e Cutrone hanno evitato la sconfitta. Lo spagnolo è apparso nella sua versione peggiore. Il giovane attaccante ha lottato e segnato, meritandosi i pochi applausi del pubblico di fede rossonera. Altro giro, altra sconfitta. E domenica a San Siro arriva la Sampdoria di Giampaolo. La miglior difesa del campionato di Serie A. Tanto per far dormire ancora peggio Gattuso.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Gattuso, quale futuro per questo Milan?

Nell’immediato dopo tracollo con il Betis Siviglia i vertici rossoneri si sono affrettati a ribadire che Gattuso non è a rischio esonero. Ma è innegabile che a 11 mesi dal suo avvento sulla panchina del Milan il futuro di Ringhio è quanto mai incerto. Il tecnico rossonero sembra rivivere in modo inquietante quello che è capitato a Montella nella passata stagione. Come il tecnico di Pomigliano anche Gattuso non è stato scelto dall’attuale proprietà e dagli attuali dirigenti. I giocatori giurano di essere dalla parte del tecnico che a fine ottobre ammette candidamente:”Siamo senza identità, abbiamo perso la bussola”.

Praticamente una resa anticipata. Il Milan di queste ultime due partite sembra una squadra di fantasmi. Anche Higuain, dopo un buon inizio, sembra essersi intristito. Il Pipita è sempre più nervoso, sopratutto per i pochi palloni giocabili che gli arrivano. Gattuso va avanti testardamente per la sua strada. Quella del 4-3-3, quella del palleggio, del gioco con il portiere e della prudenza. Una prudenza che forse con il passare del tempo è diventato paura. Il Milan attuale è una società giovane, anzi giovanissima. Elliott ha in mano le redini rossonere da poco più di tre mesi. Nel calcio, come in tante altre cose della vita, nessuno può fare i miracoli. La strada verso il ritorno al vertice è tutta in salita. Chissà se Singer, Leonardo e Maldini lasceranno ancora la bicicletta a Gattuso. La sensazione è che il tempo per Rino stia scadendo. O forse è già scaduto.

  •   
  •  
  •  
  •