Milan, Leonardo: “Ibrahimovic ? E’ presto. Paquetà ha qualità promettenti”

Pubblicato il autore: giuliawhites Segui

Leonardo Gattuso – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Il Milan ha un obiettivo prioritario in questo campionato: conquistare l’accesso in Champions League per la prossima stagione. A confermare le ambizioni rossonere è stato Leonardo durante l’evento del Golden Foot a Montecarlo. Il dirigente rossonero ha affrontato poi i temi più scottanti in casa Milan, come la panchina di Gattuso, l’arrivo di Ibrahimovic a gennaio e Donnarumma.

Leonardo conferma Gattuso

In seguito alle sconfitte del Milan con l’Inter in campionato e il Betis Siviglia in Europa League, la posizione di Gattuso è stata messa in discussione e non era affatto azzardata l’ipotesi di un esonero come avvenuto la scorsa stagione per il predecessore Montella. Leonardo è di tutt’altro avviso e blinda l’attuale allenatore del Milan: “Gattuso in discussione? Le voci sul conto di Rino provengono da fonti esterne al nostro ambiente e, per quello che ci riguarda, sono da considerarsi infondate. Voi sapete che io e Paolo parliamo poco, non possiamo stare a smentire voci su Gattuso ogni volta. Oggi Gattuso è l’allenatore del Milan e ciò che vogliamo è che lui rimanga, che vinca le partite, che la squadra migliori. Non possiamo stare sempre su questa storia, Gattuso è stato messo in discussione dall’esterno, per due volte ed è una cosa che mi sembra fuori luogo. Noi come modo di essere non staremo a smentire ogni volta queste cose, che lasciano il tempo che trovano. 

Leggi anche:  Italia, partenza col botto, ma piedi per terra

Ibrahimovic al Milan a gennaio ?

L’ipotesi di un ritorno di Ibrahimovic al Milan a gennaio sta facendo sognare i tifosi rossoneri. Ibrahimovic ha un forte legame con Leonardo che lo ha acquistato proprio dal Milan nell’estate del 2012 al suo primo anno da dirigente del Psg.  Leonardo non smentisce totalmente l’ipotesi di un ritorno dello svedese: “Ibrahimovic al Milan? Io penso che parlare adesso di mercato sia un po’ fuori, pensiamo alla crescita della squadra e sinceramente abbiamo visto una reazione importante dopo due sconfitte, cosa molto importante. Siamo quinti in classifica con una partita in meno a tre punti dalla zona Champions che rimane il nostro obiettivo anche se sappiamo che non sarà facile. Non dimentichiamoci da dove siamo partiti: il 20 luglio eravamo squalificati in Europa League, avevamo tanti giocatori che volevano andare via. Una squadra sicuramente da rianimare e lo è anche adesso. E poi negli ultimi anni il Milan ha faticato, arrivava sesto, settimo, ottavo e non possiamo pensare che da un giorno all’altro diventi una squadra da scudetto. Mi sembra che ci siano aspettative esagerate, noi siamo tranquilli perché abbiamo tracciato una linea e ci siamo abbastanza dentro”.

Leonardo su Paquetà, Higuain e Donnarumma

“Paquetà ha 21 anni, è una grande promessa, ha iniziato a giocare in Nazionale e ha accumulato una certa esperienza in una squadra seconda nel campionato brasiliano. Arriverà in una squadra in costruzione, per questo avrà bisogno di tempo, ma sicuramente è un ragazzo che ha qualità promettenti. Come giudico Higuain? Ha due gol in meno di un giocatore straordinario come Cristiano Ronaldo che gioca in una squadra che vince da sette anni. Quindi ha cinque gol con una partita in meno e questo evidenzia il suo indiscutibile valore, per noi è un punto di riferimento importantissimo. Donnarumma non è più una promessa ma una grande realtà, in quanto portiere della Nazionale. Come tanti giocatori del Milan ha vissuto alti e bassi, riflesso di una situazione non semplice anche a livello societario: le sue potenzialità si vedono in tanti momenti, deve trovare costanza ma ha tempo davanti a sè”.

  •   
  •  
  •  
  •