Polonia-Italia, Roberto Mancini getta acqua sul fuoco: “Proviamo a vincere ma se perdiamo non sarebbe un dramma”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
FLORENCE, ITALY - MAY 15: Head coach Italy Roberto Mancini poses for a photo after the press conference at Centro Tecnico Federale di Coverciano on May 15, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Roberto Mancini – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Si preannuncia una sfida palpitante quella che andrà in scena questa sera allo stadio “Slaski” di Chorzow, tra Polonia e Italia, match valevole per la Nations League. Le due nazionali sono piuttosto attardate in classifica, considerando che in testa al girone 3 della Lega A vi sia il Portogallo a quota 6. Sia la compagine guidata dal c.t. Brzeczek che quella del Mancio proveranno ad evitare di occupare l’ultimo posto che significherebbe retrocessione in Lega B ed un cammino più complicato per quanto concerne la qualificazione al prossimo Europeo del 2020.

Gli azzurri non vincono una gara ufficiale dallo scorso 10 ottobre 2017, in occasione dello 0-1 in casa dell’Albania, da lì in avanti è stato un susseguirsi di insoddisfazioni. Con l’avvento di Roberto Mancini in panchina, il trend non è mutato: fatta eccezione per il successo, rimediato in amichevole, contro l’Arabia Saudita, l’Italia ha inanellato tre pareggi contro Olanda, Polonia e Ucraina e due ko al cospetto di Francia e Portogallo. Conquistare i tre punti rappresenterebbe una boccata d’ossigeno per la nostra Nazionale che tornerebbe, così, a respirare un clima di fiducia ed ottimismo attorno a sè.

Leggi anche:  Juventus, uno tra Dybala e Ronaldo è di troppo: fissati gli incontri per decidere il futuro

Durante la conferenza stampa della vigilia, tenutasi ieri pomeriggio, il c.t. azzurro, Roberto Mancini, ha parlato della situazione attuale della sua squadra, del percorso da affrontare in Nations League, evitando di caricare eccessivamente la sfida di questa sera contro la Polonia, invitando tutti a non fasciarsi la testa in caso di un eventuale ko.

Questo un estratto delle affermazioni principali rilasciate dal tecnico jesino:” Il Portogallo ha qualcosa in più, hanno fatto un’ottima partita qui. La Polonia rimane un’ottima squadra, con giocatori di talento. Non sarà una partita semplice però ce la possiamo giocare bene. Probabilmente ci giochiamo proprio il secondo posto con la Polonia. Un mese fa ho cambiato tanto tra una partita e l’altra perchè la stagione era appena iniziata, c’era il rischio infortunio per scarsa condizione e volevo testare alcuni giocatori. Stavolta posso cambiare meno perchè c’è maggior condizione e ho le idee più chiare“. Per poi aggiungere:” Non ho pensato a cosa può succedere se domani perdiamo. Non c’ho pensato, ma cosa cambia? Cambia davvero poco, non ci sarebbe nessun dramma. Noi proviamo a vincere e sono convinto che andrà bene, ma cosa cambia ripeto?“.

  •   
  •  
  •  
  •